Cantieri incompiuti: la lunga strada verso il mare

Cantieri aperti e deviazioni ostacolano il deflusso delle auto. Sulla provinciale “abbandonata” arrivano le risposte degli assessori Como e Pando

Nel pieno dell'estate salentina, la provinciale Copertino – Leverano, e il suo collegamento a Sant'Isidoro, sono un cantiere aperto. Eppure gli assessori ai lavori pubblici, Massimo Como, e ai Rapporti istituzionali, Pierluigi Pando, assicurano che niente è stato lasciato al caso e niente è stato abbandonato, rispondendo così alle critiche arrivate da più parti, nei giorni scorsi. “Le molte inesattezze sollevate – spiegano in un comunicato congiunto – sulla sorte della strada provinciale Copertino Leverano e sul suo collegamento alla marina di Sant’Isidoro impongono delle doverose precisazioni”. Primo: la bretella che collega la strada provinciale 114 alla marina di Sant’Isidoro è stata appena finanziata per un milione e mezzo di lavori aggiuntivi, inizialmente non previsti nel progetto varato dalla giunta guidata dal senatore Giovanni Pellegrino. All'amministrazione di centrodestra è spettato il compito, insomma, di coprire falle e lacune di quel progetto, che non prevedeva – assicurano i due assessori – il completamento dell’intera segnaletica, la realizzazione delle vasche di raccolta delle acque meteoriche, le barriere metalliche e i guard-rail lungo tutto il percorso. La strada, quindi, resta chiusa per la sicurezza degli automobilisti e per poter concludere i lavori. Dopo aver deciso quanto investire, la Giunta Gabellone, lo scorso luglio, ha dato mandato per redigere l’appalto, arrivato ormai alla fase della pubblicazione del bando.

Related posts

Leave a Comment