Traffici umani, ancora uno sbarco in Salento

Intercettato un veliero con 56 migranti al largo di Porto Badisco. Probabilmente tutti afghani, a bordo c'erano anche 11 minori

56 fermati, a sette miglia da Porto Badisco, stipati su un veliero di quattordici metri. E' avvenuto così l'ennesimo sbarco sulle coste del Salento, in pochi giorni. Il Tacco vi aveva dato notizia del fermo di 17 immigrati, tutti afghani e pakistani, proprio il giorno di Ferragosto. Come ha svelato le nuove dinamiche del traffico di esseri umani che, passando da Grecia e Turchia, arriva fin sulle nostre coste con barche a vela e navi di lusso. Ieri la conferma, l'ultima di numerose, di quanto avviene nel Mare Nostrum, anche in piena stagione estiva. Ad intercettare il nuovo sbarco di migranti gli uomini della Guardia di Finanza di Lecce e del Gruppo aeronavale di Taranto che, insospettiti dal basso livello di galleggiamento della barca, hanno proceduto ai controlli del caso. Il tratto di mare interessato dall’operazione è stato sorvolato da un elicottero grazie al quale è stato scoperto anche un gommone di circa tre metri con un motore fuoribordo, probabilmente servito agli scafisti per allontanarsi una volta abbandonato il veliero. Oggi la barca è sotto sequestro nel porto di Otranto e i migranti, 31 uomini, 14 donne e 11 minori, dopo i primi soccorsi portati dagli operatori del 118, sono stati accompagnati al centro “Don Tonino Bello” per l'identificazione.

Related posts

Leave a Comment