Per gli amanti del kyte surf

Preziose indicazioni per chi è sempre alla ricerca dell’onda giusta. Anche se è in vacanza nel Salento

“Lu sule, lu mare, lu jentu” è il trinomio ormai universale che descrive il Salento. Lu sule e lu mare va bene. Ma che te ne fai de “lu jentu”, cioè del vento che nel Salento soffia sempre, o da tramontana o da scirocco? Il vento gonfia le vele e alimenta passioni sportive che, a chi piace vivere all’aria aperta, fanno bene al fisico ed alla mente. Prendete per esempio il kytesurf, uno dei nuovi sport che sfruttano il vento. Il kytesurf è ormai uno degli sport più apprezzati e praticati nel Tacco d’Italia. Molto simile al windsurf, da questo si differenzia perché sostituisce la tradizionale vela triangolare con una a forma di aquilone, legata alla tavola tramite quattro cavi, cui è attaccato il boma. Si possono raggiungere velocità altissime e lanciarsi in esibizioni mozzafiato. Il kytesurf si pratica in diverse zone del Salento. Alcune delle location più frequentate dagli aficionados di questo sport sono a Otranto. Poi a Porto Cesareo e Torre Lapillo. A Torre San Giovanni, c’è la spiaggia dell’Astor e quella del lido Fontanelle. Al lido Buenaventura l’associazione sportiva “Sea & Souls” organizza corsi a tutti i livelli.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment