Edilizia. Enti locali ed Ance fanno sistema

Casarano. Primo punto dell’intesa: applicare le nuove norme edili; secondo: creare un gruppo di lavoro ed uno schema-bando per gli appalti

CASARANO – Promuovere un partenariato strategico per fare sistema nel settore delle costruzioni edili. Per Unitel (l’Unione Italiana dei Tecnici degli Enti Locali) e Ance Lecce, l’associazione dei costruttori edili della nostra provincia, questo percorso sembra obbligato. Lo vogliono le due associazioni, come ha confermato il confronto che si è avuto tra le rispettive delegazioni presso Confindustria Lecce nei giorni scorsi. “La crescita e l’attrattività del Salento – si legge infatti in una nota di Unitel – pretendono continue e forti interazioni tra pubblico e privato, per cui condividere un nuovo corso dei rapporti tra gli uffici degli Enti Locali preposti allo sviluppo e alla gestione del territorio e le imprese edili è un obiettivo da perseguire”. Unitel era rappresentata dal presidente Francesco Longo, dal consigliere Sergio Leone e dal segretario Anselmo Antonaci; l’Ance di Lecce era rappresentata dal presidente Nicola delle Donne, dal segretario Giuseppe Liaci e dal funzionario Stefania Branca. Dall’incontro è emersa la chiara intenzione di favorire una rete di collaborazione tra gli attori istituzionali, le imprese e gli operatori economici del settore edile. “Questa impostazione di metodo – spiega ancora la nota – è stata individuata come una valida strategia per proporre strumenti e soluzioni in grado di superare le sacche di inefficienza e i ‘vulnus’ normativi ancora presenti nel sistema pubblico-privato”. L’intesa tra Unitel Puglia, che ha sede a Casarano, e Ance Lecce vedrà le due associazioni impegnate congiuntamente nell’organizzazione di momenti formativi per una puntuale applicazione delle norme del Codice degli Appalti Pubblici, recentemente modificate, e delle nuove norme in materia di edilizia, residenziale e non, e dell’urbanistica. Altro momento importante sarà la costituzione di un gruppo di lavoro congiunto per la redazione di uno schema di bando-tipo per gli appalti pubblici e di un regolamento per gli affidamenti attraverso l’istituto della procedura negoziata.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!