Adelchi: troppi debiti

La crisi debitoria non permettere di fare previsioni per il futuro. E’ quanto l’azienda del Sud Salento ha comunicato ieri via fax in Regione

di Annalisa Nesca Adelchi si trova in una situazione di crisi debitoria che non permette di fare previsioni per l’immediato futuro. Questo in sostanza il contenuto del fax inviato ieri mattina in Regione per rispondere alla richiesta di esprimere se intende rilanciare l’attività delle tre società La Nuova Adelchi, Gsc Plast e Crc, e fornire alla task force regionale la ricognizione della posizione debitoria complessiva, il piano di risanamento finanziario e il piano di reimpiego dei lavoratori, rivoltagli dai rappresentanti istituzionali durante l’ultimo vertice barese del 7 dicembre scorso. L’azienda porta avanti la questione “debiti” e continua a non esporsi più di tanto. La notizia è stata presa con rabbia dai lavoratori in stato di agitazione che preannunciano battaglia dura. Nonostante le festività in arrivo la crisi occupazionale diviene sempre più grave e irreversibile e rischia di decimare i pochi posti di lavoro tenuti ancora in piedi dalla cassa integrazione. Si attendono nelle prossime settimane le mosse delle istituzioni locali e dei sindacati, chiamati in causa più volte dai lavoratori e che a loro dire hanno fatto ben poco per tutelare i posti di lavoro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!