Le Pietre Vive di Giaccari

Poggiardo. Antonio Giaccari presenta per la prima volta in pubblico il risultato di una ricerca plastica che ha caratterizzato ampia parte della sua vita

POGGIARDO – Philìa-Φιλι´α è il titolo della prima personale di scultura (inaugurata ieri) di Antonio Giaccari, fino al 21 agosto a Poggiardo. Agronomo dalla formazione poliedrica, professionista impegnato su più fronti, appassionato studioso del Salento, Antonio Giaccari presenta per la prima volta in pubblico il risultato di una ricerca plastica che ha caratterizzato parte della sua vita e che ha fatto propria la scultura salentina, unendo alla secchezza minimalista contemporanea e al linguaggio hard edge dei menhir la morbidezza del barocco della sua Galatina. La mostra propone 15 sculture realizzate utilizzando vecchi leccisi, pietre recuperate dalle discariche, ossidate dall’aria e cotte dal sole e dal fuoco, macchiate e fratturate, spesso cimeli di edifici demoliti, muti testimoni di eventi passati, che tornano a vivere grazie al contatto con le mani dello scultore.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment