Testimoni di Geova a Bitonto per il Regno

A Bitonto si riuniscono i testimoni di Geova pugliesi per discutere e pregare sul tema del Regno di Dio

Il Regno di Dio è il tema di una grande congresso dei testimoni di Geova che avrà inizio venerdì mattina (22 luglio) prossimo presso la Sala delle Assemblee sita in Via Ganga di Lupo – Contrada Patierno, Bitonto (BA). I lavori si concluderanno domenica 24 luglio alle ore 15.55. Questa assemblea di distretto conferma il grande interesse che i Testimoni nutrono per il Regno menzionato nella preghiera modello, chiamata dai cattolici Padrenostro e riportata nel Vangelo in Matteo 6:9, 10. Nel corso degli anni i testimoni di Geova hanno tenuto vari eventi sul tema del Regno di Dio: “Regno trionfante”, “Dominio divino”, “Lealtà al Regno”, “Verità del Regno”, “Unità del Regno”, “Incremento del Regno” e “Zelanti proclamatori del Regno”. Il titolo completo dell’organo ufficiale dei Testimoni è: La Torre di Guardia annunciante il Regno di Geova. I loro luoghi di culto, come quello di Bitonto, sono conosciuti con il nome di Sale del Regno, in quanto lo scopo di questi edifici è promuovere la vera adorazione e fungere da fulcro della predicazione della “buona notizia del regno” di cui parlò Gesù. Tutte le riunioni pubbliche dei Testimoni si incentrano principalmente su ciò che insegna la Bibbia e sul suo messaggio centrale. Per i testimoni di Geova il Regno è un governo vero e proprio, che presto entrerà in azione a favore di coloro che si sottomettono ad esso e contro chi si rifiuta di farlo. All’assemblea di quest’anno i Testimoni presenteranno una spiegazione di alcune profezie bibliche relative al Regno di Dio e al modo in cui esso porterà cambiamenti permanenti e recherà benedizioni a coloro che amano ciò che è giusto. Per tutti e tre i giorni le sessioni del programma avranno inizio alle 9,20 del mattino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment