Piccoli Comuni a Roma

Una delegazione di piccoli Comuni pugliesi incontra Bertinotti

250 sindaci di piccoli Comuni saranno oggi da Fausto Bertinotti, presidente della Camera, per manifestare i problemi dei territori da loro gestiti e per far presenti le proposte Anci

Saranno 250 i sindaci dei piccoli Comuni italiani che incontreranno Fausto Bertinotti, presidente della Camera, per manifestare i problemi dei propri territori. L’occasione sarà il convegno sul tema “La forza dei territori per il futuro dell’Italia: l’impegno del Parlamento per i piccoli comuni” che si terrà a partire dalle ore 11 di oggi a Roma, presso la Sala della Lupa a Montecitorio. Sarà presente all’incontro anche una delegazione dell’ANCI Puglia composta dai sindaci Antonio Lia (Specchia), Sergio Blasi (Melpignano), Lucilla Parisi (Roseto Valfortore), Savino Santarella (Candela), Domenico Sgobba (Faggiano) e Maria Cristina Rizzo (Uggiano La Chiesa). L’iniziativa è stata promossa da Ermete Realacci, presidente della Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera e primo firmatario del disegno di legge a sostegno dei Comuni sotto i 5000 abitanti, già sottoscritto da 120 parlamentari di maggioranza e opposizione. E' la prima volta che un tale incontro viene organizzato in Parlamento; per i piccoli enti sarà una importante occasione per dare rilevo al patrimonio di tradizioni, valori, sapori e saperi che rappresentano la storia, la cultura e l'identità del nostro paese. L’ANCI Puglia, lo scorso 10 ottobre, ha inviato alla Regione un documento concernente le iniziative che l'associazione ritiene fondamentali per un concreto sostegno agli enti di minore dimensione demografica, su cui dovrebbe incardinarsi la politica regionale attraverso una specifica normativa. La proposta ANCI verte su tre linee direttrici: sostegno delle capacità organizzative soprattutto del piccolissimo Ente; incentivazione al processo di integrazione intercomunale, finalizzata alla gestione associata di funzioni e servizi; elaborazione di strumenti efficaci per lo sviluppo locale. Il documento prevede inoltre una serie di agevolazioni per i cittadini residenti (copertura integrale dell’ICI e rimborsi a pendolari che utilizzano mezzi pubblici) e per le attività produttive (riduzione IRAP e recupero artigianato locale).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!