Libro chiama libro. Bookcrossing inVilla

Lecce. Stasera in villa comunale, sotto la statua di Vanini, via allo scambismo. Di libri

LECCE – Il raduno è in villa comunale nei pressi della statua di Giulio Cesare Vanini. Alle ore 20.30, più o meno. Al richiamo sono invitati tutti gli amanti della lettura di Lecce e provincia ed anche oltre. Si terrà stasera “Libro chiama libro”, l’appuntamento dedicato ai lettori con il format del bookcrossing, organizzato dal Comune di Lecce, con la collaborazione dell’agenzia Titania. L’imperativo d’obbligo è portare con sé (almeno) un libro, nuovo o usato, per “scambiarlo” con altri lettori. Un modo moderno per comunicare e socializzare, ma soprattutto un modo per garantire la “vita perenne” dei libri assicurando l’accesso alla lettura a più persone. La vita di un libro non termina con la lettura della sua ultima pagina, ma prosegue nelle mani di un nuovo lettore, lungo un immaginario filo perenne di emozioni. Tale iniziativa è in linea con i programmi promossi dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali con l’intento di incentivare la divulgazione e il “consumo” della lettura, avvicinando sempre più nuove fasce di pubblico ai libri. Del resto, scambiarsi un libro è pratica consolidata; significa voler rendere gli altri partecipi del proprio piacere nella lettura, significa voler condividere le emozioni che quel libro che suscitato. Ed allora, che c’è di male se lo si scambia con uno sconosciuto? La cosa acquista anche quel pizzico di gusto in più. L’intento dell’Amministrazione è portare l’evento nel pubblico e non il pubblico nell’evento, realizzando così l’opportunità di una partecipazione diffusa. L’iniziativa prevede il coinvolgimento delle case editrici locali, invitate a presentare per l’occasione le novità librarie e degli scrittori che animeranno il “raduno” con reading e presentazioni. Alla manifestazione interverranno numerose personalità del panorama politico, imprenditoriale e culturale del Salento, tra cui il sindaco di Lecce Paolo Perrone. // Il bookcrossing Il bookcrossing consiste nella pratica di una serie di iniziative collaborative volontarie, e completamente gratuite, di cui alcune anche organizzate a livello mondiale, che legano la passione per la lettura e per i libri alla passione per la condivisione delle risorse e dei saperi. L'idea di base è di rilasciare libri nell'ambiente naturale compreso quello urbano, o “into the wild”, ovvero dovunque una persona preferisca, affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altre persone.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!