Per l’estate? Notte blu e molto altro

Santa Cesarea. Un’estate organizzata ed eco-compatibile. Tutte le novità per la calda stagione 2011

SANTA CESAREA TERME – Nuovi servizi, assistenza sanitaria per i turisti e istituzionalizzazione delle fermate degli autobus. Oltre ad un calendario ricco di appuntamenti per i mesi di luglio e agosto. È la programmazione dell’amministrazione comunale di Santa Cesarea Terme che per la stagione estiva ha predisposto diverse iniziative tra cui l’attivazione per il terzo anno di un info-point vicino al Municipio, in collaborazione con la Pro loco, l’apertura di una stazione dei carabinieri, e accanto ad essa un presidio di soccorso della Asl. “Abbiamo voluto fare chiarezza sulle fermate dei bus, in modo da riorganizzare il servizio in collaborazione con la provincia di Lecce – spiega il sindaco Daniele Cretì -. Inoltre, abbiamo rafforzato il lavoro per la pulizia delle spiagge e quello di polizia municipale. Vorrei complimentarmi poi con l’assessore al turismo Lele Corsano per aver stilato un ottimo programma con una serie di iniziative nonostante le ristrettezze economiche di bilancio”. Cultura, divertimento e serate per giovani e turisti, si va da un’inedita Notte Blu del 15 luglio impostata sul risparmio energetico che conta la partnership di Legambiente circolo di Otranto, per passare dal nono Concerto lirico sinfonico d'estate, sponsorizzato dalla Terme spa, con il soprano Maria Dragoni, Antonio De Palma tenore, e la direzione artistica Cav. di Florindo Pizzoleo, al Santa Cesarea on Jazz, alla fiera Sulfurea dell’artigianato salentino dal 14 al 17 luglio che si terrà sul piazzale delle Terme. E poi musica con le serate nelle varie discoteche dove arriveranno i dj David Guetta e Little Louis Vega.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!