Bancomed. La sanità in una chiavetta

Spongano. Ad ogni cittadino una penna Usb per l’archiviazione dei dati personali sanitari senza ricorrere alla carta

SPONGANO – Arriva in città “Bancomed: La Tua Banca della Salute”. Il progetto sperimentale ideato dalla società Informatica e Tecnologia di Lecce è stato presentato ieri dall'amministrazione comunale e consiste nell’assegnazione al cittadino richiedente di una chiavetta Usb per l’archiviazione dei dati personali sanitari in modo da consentirne un rapido accesso in ogni luogo senza la necessità di documentazione cartacea al seguito. All’incontro hanno preso parte il sindaco di Spongano Luigi Zacheo, gli assessori Giacomo De Luca e Stefano Donadeo (referente Progetto Banca della Salute), il presidente I&T Group, Salvatore Lia e Pasquale Gnoni. “Questo fascicolo elettronico permetterà ad ogni cittadino che ne richiederà il dispositivo la creazione e la gestione della propria storia sanitaria e clinica, avendola sempre a portata di mano e consentendo una ‘digitalizzazione’ della stessa, ai fini della sua conservazione e consultazione”, spiegano gli assessori Stefano Donadeo e Giacomo De Luca. “Il servizio interesserà, in questa prima fase, tutti i nati nell’anno 2010, per il quali si potrà ritirare ed attivare gratuitamente la chiavetta, mentre potrà essere attivata da qualsiasi cittadino di Spongano al solo costo di produzione del dispositivo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!