Gal d’Arneo, piccole ricettività crescono

Terra d’Arneo. Quasi tre milioni in arrivo per aprire nuove strutture e promuovere le vecchie

Punta sulla piccola ricettività il Gal Terra d’Arneo, per far crescere il settore turistico, e sulla promozione delle strutture esistenti. Sono appena usciti i nuovi bandi che permettono di ricevere a fondo perduto fino al 50% del totale dell’investimento. Possono partecipare le piccole imprese anche individuali che hanno sede nei Comuni di: Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Guagnano, Leverano, Nardò, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie. L’obiettivo del bando è quello di migliorare la qualità e quantità dei servizi turistici rurali e promuovere sistemi di rete di supporto finalizzati ad ottenere una maggiore attrattività dell’ambiente rurale. Per questo le aziende potranno anche vedersi riconosciuti finanziamenti fino al 50% a fondo perduto anche per iniziative utili a lanciare e promuovere la propria struttura: dalle tradizionali brochure ai più sofisticati sistemi informatici. I soldi disponibili ammontano a quasi tre milioni di euro e le domande dovranno essere presentate entro il 1° agosto. Nel dettaglio queste le azioni finanziabili: Azione 4 – Commercializzazione e promozione dell’offerta di turismo rurale. L’azione prevede l’acquisto di arredi e attrezzature, comprese quelle informatiche, per l’organizzazione di spazi destinati alla divulgazione ed esposizione e le spese di natura immateriale per le attività di consulenze specialistiche, progettazione e realizzazione di strumenti espositivi e divulgativi, ideazione e realizzazione di allestimenti, spese per l’esposizione, l’illustrazione e la divulgazione, ideazione, produzione, stampa e diffusione di materiali informativi e divulgativi (opuscoli, brochure, manifesti). Azione 5 – Creazione di strutture di piccola ricettività. L’azione prevede la riqualificazione e l’adeguamento di immobili, nonché l’acquisto di arredi e di attrezzature per lo svolgimento di attività ricettive di piccole dimensioni non classificate come strutture alberghiere e organizzate in forme innovative di ospitalità. Le strutture ammesse a finanziamento devono avere caratteristiche compatibili con le specificità edilizie/architettoniche del patrimonio edilizio storico dei comprensori rurali interessati. Ammesse al finanziamento sono le strutture di piccola dimensione non classificate come strutture alberghiere, di cui alla Legge Regionale n. 11 del 11 febbraio 1999, di cui agli artt. 41e 46. I beneficiari finali si impegnano a partecipare alle modalità organizzative per la gestione di tale ricettività – adottate dal GAL – improntate a criteri innovativi, sottoscrivendo con il GAL “Terra d’Arneo”, preliminarmente all’adozione del provvedimento di concessione dell’aiuto stesso, un apposito accordo di gestione unitaria. Gli interventi relativi all’Azione 5 dovranno comunque ricadere nei centri storici, e/o in aree limitrofe caratterizzate da edifici e ville rustiche di particolare interesse storico-architettonico, e/o in villaggi agricoli, in borghi e contrade rurali. Info su www.terradarneo.it

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!