Referendum. Capone: appello al voto

Il segretario provinciale del Pd: “Un’opportunità da non perdere per riprendere in mano la facoltà di decidere il proprio futuro”

“L'appuntamento referendario di domenica e lunedì prossimi rappresenta un momento importante per la democrazia italiana. Una prova di maturità per i cittadini, che sono chiamati ad esprimersi su un'idea di futuro del paese”. Salvatore Capone, segretario provinciale del Partito democratico, invita i cittadini a recarsi alle urne per esprimere il proprio parere sui quattro quesiti del referendum. “Non si tratta di scegliere tra schieramenti politici – spiega Capone – ma di esprimersi su questioni strategiche, quali l'acqua, l'energia e la giustizia. I cittadini non possono lasciarsi sfuggire un'occasione così importante”. Poi il segretario del Pd espone le ragioni del “sì”. “Noi pensiamo che l'acqua rappresenti un patrimonio universale che non può essere regalato alla speculazione ed al perseguimento indisturbato del lucro. È nostra ferma convinzione che un mix energetico che tenga in considerazione l'ambiente e la salute rappresenti un dovere verso le future generazioni, e che per questi motivi tale mix non possa prevedere l'utilizzo di una tecnologia costosa, pericolosa e ormai superata come quella prevista dal piano del Governo. Pensiamo, inoltre che la legge, come sancito dalla nostra Costituzione e dal principio stesso della democrazia, debba rimanere uguale per tutti, mentre la legge sul ‘legittimo impedimento’ introduce un'immunità assoluta decisamente intollerabile in un paese civile”. L’appuntamento con le urne del 12 e 13 giugno è secondo Capone l’appuntamento degli italiani con la possibilità di riprendere in mano la facoltà di decidere il proprio futuro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!