Il festival con ‘L’acqua in testa’

Bari. La manifestazione è arrivata alla sua settima edizione. Nelle serate del 7 e dell’8 luglio, due grandi artisti di punta: Gogol Bordello e Wu-Tang Clan

BARI – “Acqua in Testa Music Festival”, edizione numero sette. L’assessora regionale al Turismo Silvia Godelli ha presentato ieri la manifestazione che si terrà giovedì 7 luglio e venerdì 8 luglio 2011, a Bari alla Fiera del Levante. Dopo l'introduzione di Vincenzo Bellini, dell’associazione “L'Acqua in Testa”, Godelli, ha spiegato come le date del festival siano “funzionali alle intenzioni di destagionalizzazione dell'offerta culturale supportata dalla Regione Puglia. I due giorni a inizio luglio sono in continuità con il cartellone di eventi che parte da giugno, e intercettano un target giovanile simile a quello di Italia Wave, mentre non mancano altre iniziative per altre fasce di destinatari”. Dopo aver apprezzato la scelta della Fiera del Levante come location, che si auspica diventi nel tempo un grande polo dell'intrattenimento e della creatività, l'assessore Godelli ha poi ricordato che “l'offerta culturale della Regione sta creando dati interessanti anche per l'occupazione nel settore, e rappresenta uno stimolo reale al turismo, oltre ad avere un valore sociale positivo in se’, specie quando gli eventi sono indirizzati ai giovani”. L'assessore alle Politiche giovanili del Comune di Bari, Fabio Losito, ha evidenziato “il chiaro salto di qualità globale nella scelta dei due artisti di punta, Gogol Bordello e Wu-Tang Clan”. La stessa scelta degli organizzatori di introdurre un ticket di ingresso a differenza delle precedenti edizioni gratuite, sarebbe il segnale di come gli operatori culturali stanno cercando di mettersi in gioco e guardare avanti. “Contiamo sulla capacità di risposta del territorio ad eventi di questa portata – ha detto Losito – e ringraziamo la direzione artistica per l'impegno ed il lavoro profuso”. In rappresentanza dell'Ente Fiera del Levante, il segretario Leonardo Volpicella è intervenuto spiegando come la vendita dei suoi spazi all'Acqua in Testa sia in linea con il piano di sviluppo della Fiera per i prossimi anni, con la prospettiva di attrarre sempre più progetti di industria creativa, in sintonia con quanto auspicato dall'assessore Godelli. Infine il presidente dell'ATS L'Acqua in testa, Alessandro Scarola, ha illustrato le scelte artistiche del festival, sottolineando l'importanza dei due artisti principali ai quali si aggiunge la ricchezza dei programmi musicali in cui sono inseriti, con alcune delle più valide proposte musicali della nostra terra. “Con i Wu-Tang e con i Gogol Bordello vogliamo aumentare il calibro del festival e la sua capacità attrattiva anche per il pubblico più lontano, puntando ad invertire la tendenza che costringeva i giovani del sud a viaggiare per assistere a grandi concerti come questi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!