Alfredo Ronzino, un grillino a Nardò

Il movimento Cinque Stelle si radica nel Salento, aspettando le amministrative 2012

Alfredo Ronzino è attualmente il rappresentante di maggiore visibilità del movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo nel Salento. Forte di un risultato clamoroso al primo turno nelle elezioni comunali di Nardò (2.217 voti pari al 10,39%, insufficienti tuttavia per fare scattare il quorum), Ronzino ha contribuito nel ballottaggio alla vittoria di Marcello Risi, contrapposto alla strana coppia Antonella Bruno / De Pascalis. Per questo è stato anche sottoposto a linciaggio mediatico da alcuni delusi del centrodestra. L’antipolitica dei grillini trova in Ronzino un interprete di buon livello: con i suoi quasi 45 anni è estremamente più “vecchio” degli altri suoi colleghi consiglieri sparsi per l’Italia, è però un appassionato di internet della primissima ora, è un professionista della comunicazione che ha conosciuto grandi successi e cocenti delusioni, ha un forte senso civico che parte dall’obiezione di coscienza alla leva militare e arriva al movimentismo col quale si è opposto con coraggio all’oscurantismo della terza giunta Vaglio. Ronzino si definisce creativo-musicista-grafico-copywriter-fotografo-manager-padre e si candida alla Camera dei Deputati nella lista Cinque Stelle che tutti i sondaggi prevedono essere i grado di intercettare una buona fetta dell’elettorato scontento della classe politica italiana nel suo insieme. La prossima sfida per i grillini salentini è rappresentano dalla prossime amministrative, con la speranza che i tanti giovani che animano questo movimento sappiano tradurre la provocazione guascona delle campagne elettorali in formule di proposta politica davvero innovativa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!