Ecco a voi, Salento festival

GUARDA I VIDEO. Lecce. Dal 13 luglio al 31, la Provincia di Lecce organizza un Festival, nei luoghi più belli del Salento

LECCE – Sarà un Festival dal grosso spessore culturale, dal 13 al 31 luglio. E i luoghi che lo accoglieranno saranno tra i più belli della penisola salentina. Organizzato da Provincia di Lecce – assessorato alla Cultura in collaborazione con il Museo Maxxi di Roma, Fondazione Ico “Tito Schipa” (parte del programma della Stagione Sinfonica “Ico” è in coproduzione con Salento in Festival) dall’Istituto di Culture Mediterranee, Comune di Lecce, Camera di Commercio, Accademia di Belle Arti e Cantieri Teatrali Koreja. Tanti gli appuntamenti che spazieranno dal teatro alla danza e parleranno di cultura. Come ha sottolineato l’assessora alla Cultura della Provincia Simona Manca. Palazzi, giardini, ville del Salento ospiteranno incontri culturali alle 19.30, mentre alle 21 ci saranno concerti, spettacoli musicali, teatrali e danza. Si inaugura il 13 luglio con Nicola Piovani e l’Orchestra Sinfonica Ico “Tito Schipa” della Provincia di Lecce con l’esecuzione di “Padre Cicogna”, racconto sinfonico su versi di Eduardo De Filippo. Voce recitante Luca De Filippo. Ci sarà poi un omaggio al grande maestro Ennio Morricone, con l’esecuzione delle musiche più belle e una mostra dei suoi manoscritti e partiture realizzata in collaborazione con Roma Sinfonietta. Mostra che sarà inaugurata presso il bellissimo chiostro dell’Accademia di Belle Arti dallo stesso compositore mentre il concerto si terrà il 20. Tre serate poi dedicate all’ultima produzione dell’Opera dei Pupi di Mimmo Cuticchio. Che porterà in scena “L’Iliade” ossia “il riscatto di Priamo” con musiche originali di Giacomo Cuticchio. Un festival, come ha sottolineato l’assessore alla Cultura del comune di Lecce Massimo Alfarano, di alto livello qualitativo che vede la collaborazione tra Comune e Provincia e la sinergia con altre istituzioni. Per veicolare non solo eventi di spessore ma anche turismo, come dice Francesco Pacella, assessore al Turismo della Provincia. E poi danza che tra i protagonisti vedrà il Balletto del Sud di Fredy Franzutti e l’Orchestra Sinfonica Ico, con “Giulietta e Romeo” il 25 e il 26 luglio. Ricchissima la sezione dedicata alle mostre. Luoghi splendidi a ospitarle, il museo “Sigismondo Castromediano” e “S. Francesco della Scarpa” a Lecce. A Gagliano del Capo il Palazzo Gargasole. E poi grande attenzione all’architettura contemporanea, grazie ad una collaborazione con il museo “Maxxi” di Roma per la mostra di Pier Luigi Nervi, che vedrà una sezione delle produzioni leccesi curata da Andrea Mantovano e l’arte contemporanea con Valerio Adami. Palazzo Gargasole ospiterà la mostra curata da Ludovico Pratesi. In fase di definizione la collaborazione con la direzione artistica di Parco Torcito e con il Festival teatrale “Chiari di Luna” di Maglie per la realizzazione di eventi musicali e teatrali. Koreja con il teatro nella splendida cornice dell’Abbazia di Cerrate. Chiuderà il Festival Gigi Proietti con l’Orchestra Sinfonica di Lecce nel fossato del Castello di Otranto in “Pierino e il Lupo” e un omaggio al grande Petrolini. La collaborazione con l’assessorato al Turismo e ai Trasporti della Provincia di Lecce, come dice l’assessore Ciccarese, consentirà visite guidate per Lecce e il Salento. Con il ritorno di Salentoinbus, un servizio di nove linee che percorreranno in modo capillare il Salento durante tutta la giornata. E linee dedicate al Festival. Offerte, pacchetti, sconti agevolazioni saranno pubblicati sul sito della Provincia di Lecce, dell’Azienda di Promozione Turistica della Regione Puglia e della Camera di Commercio di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!