Il salentino Sanapo rappresenterà l’Italia al Campionato mondiale di Caffè

Bogotà. In gara, da oggi al 5 giugno, con una personale miscela di caffè studiata in Honduras con il chicco di caffè più grande al mondo

BOGOTA’ – “Al mondiale ci vado con un caffè speciale, una miscela che io stesso ho selezionato in Honduras direttamente dalle fazenda, scelta tra 35 qualità diverse. Tra queste, la specie arabica varietà Maragogype, lavorata con un processo naturale, mi ha completamente conquistato”. Con queste parole Francesco Sanapo, salentino di Specchia, responsabile Master del Caffè Corsini, e vincitore delle ultime due edizioni del campionato italiano di baristi, rappresenterà l'Italia al Campionato mondiale del Caffè (WBC), che si terrà a Bogotà in Colombia da oggi al 5 giugno. Al campionato WBC, che l’Italia non ha mai vinto e a cui parteciperanno 52 nazioni, Sanapo presenterà la sua miscela speciale al cospetto di una giuria di esperti del settore, provenienti da ogni parte del mondo. Sanapo dovrà preparare quattro caffè espressi, quattro cappuccini e quattro bevande analcoliche a base di caffè in 15 minuti. I giudici del WBC valuteranno ogni prestazione secondo il gusto, la pulizia, la creatività, l'abilità tecnica e la presentazione del prodotto. Il chicco di caffè scelto da Sanapo è il più grande del mondo, chiamato anche ‘chicco elefante’. “Il caffè che presenterò – ha spiegato Sanapo – avrà i sapori della prugna, dell’albicocca e miele con una leggera nota di scorza di arancia. Il retrogusto sarà di cioccolato. In questa nuova miscela, lavorata tutta al naturale, ho trovato quello che cercavo: un aroma dolce e al contempo corposo”. “Sono stato in Honduras – ha aggiunto – nella montagna dei fiori a 1480 metri di altezza, zona che vanta un meraviglioso clima. Sul punto più alto della montagna ho trovato la pianta di caffè da cui ho lavorato la miscela che porterò al campionato del mondo”. Lo scorso marzo Sanapo si è aggiudicato, per la seconda volta, il Campionato Italiano Baristi Caffetteria al Terrieno, Ct di Carrara, sbaragliando i 250 concorrenti in gara e distanziando di circa 100 punti il secondo classificato: una distanza enorme, frutto del lungo lavoro di studio e di tanta esperienza maturata in anni di corsi di formazione ed approfondimento. La sua arma vincente è stata anche il supporto della Corsini Cafè e la fiducia di Patrick Hoffer, presidente di Corsini S.p.A., che gli ha dato la possibilità di creare una miscela da competizione, nata nel laboratorio di qualità dell’azienda toscana. Sanapo, 31 anni, ha iniziato lavorando nella caffetteria di suo padre. È stato scelto come uomo immagine per il settore caffè della Fiera Sigep di Rimini 2012, manifestazione che punta sull’alta qualità, e che lo supporta al mondiale a Bogotà. Potete seguire la sua avventura sul blog http://francescosanapo.blogspot.com/ e sulla pagina ufficiale di facebook “Francesco Sanapo”. Articolo correlato: Il caffè più buono? Lo serve a Firenze un salentino

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!