Segò gli alberi di piazzetta De Santis. Denunciato

Lecce. Il responsabile del gesto vandalico si è presentato spontaneamente al Comando di polizia municipale per ammettere la propria colpa

LECCE – E’ stato smascherato l’autore del deprecabile atto vandalico avvenuto l’altra notte in pieno centro, in piazzetta De Santis (la strada che collega via Trinchese con via Costa), dove sono stati segati in due gli alberi piantati al posto dei pini. Nel corso di un normale servizio di viabilità nei pressi dell’Istituto Tecnico Commerciale Costa, i marescialli di Polizia municipale Renato Cacciatore e Sandro Potenza con amara sorpresa hanno riscontrato il danneggiamento di due alberi di magnolia, troncati di netto e riversi sul marciapiede. Dopo aver effettuato alcune fotografie, i due agenti di polizia municipale hanno avviato immediatamente le indagini per risalite all’autore del gesto ricercando eventuali sistemi di sorveglianza posti davanti ai vicini esercizi commerciali. Qualche minuto dopo un giovane di 27 anni, si è presentato ai due sottufficiali e ha ammesso di essersi reso responsabile del danneggiamento dei due alberi. “Ero molto nervoso – ha aggiunto – in ogni caso sono pronto a ripristinare lo stato dei luoghi”. A quel punto la sezione di polizia giudiziaria del Comando di Polizia municipale, con il parere favorevole della pm Buffelli, ha denunciato a piede libero l’uomo per danneggiamento della cosa pubblica, in quanto gli alberi erano di proprietà dell’Amministrazione comunale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!