Esclusione di ‘Progetto Comune’. ‘Un tradimento’

Taurisano. Il gruppo di candidati con la lista a sostegno di Julo Galati chiariscono il proprio punto di vista su come sono andati i fatti

TAURISANO – La più bassa affluenza alle urne, dopo due anni – come in occasione del ballottaggio alle elezioni provinciali del 2009 -, torna nuovamente a caratterizzare la comunità taurisanese. Domenica e lunedì, in occasione delle amministrative, hanno votato solo 6.669 cittadini a fronte dei 12.399 aventi diritto (il 53,78% vs 67,67% delle precedenti comunali). Tenuto conto del dato oggettivo non si può prescindere dagli episodi fraudolenti che hanno portato all’esclusione della lista civica “Progetto Comune”, – con Julo Galati sindaco, nella quale erano anche presenti Udc, società civile e giovani -, che di fatto ha tolto la competizione “falsandone” completamente il risultato. Il presentatore della lista e l’autenticatore delle firme, entrambi autorizzati, appartenenti al direttivo e responsabili del Pdl locale, hanno presentato, frutto di un “tradimento”, la documentazione inadeguata”…!!! Perché? Comportamento “sicuramente valutabile” da parte delle autorità Giudiziarie, ciò anche alla luce del fatto che le stesse persone hanno “impedito” la presentazione di “ogni forma” di ricorso. Ma l’unico e inconfutabile verdetto che resta, è il risultato politico, ovvero che circa la metà degli elettori, di fatto, è stata privata del diritto voto! Non è un caso, che due anni fa, in occasione del ballottaggio per le elezioni provinciali e fuori dai giochi il terzo polo (il fratello Vinicio Galati candidato per la senatrice), la cittadinanza, spontaneamente e senza alcuna “sollecitazione”, si astenne massicciamente risultando quella con la più scarsa partecipazione dell’intero Grande Salento. OSSERVAZIONE STATISTICHE: Data la bassa affluenza “Uniti per Taurisano”, pur essendo di fatto minoranza (36,62% = poiché 4541/12399), governano la città! // Lista “Progetto Comune”. Qualcuno lo ha impedito. Chi e perché Il “Progetto Comune” che volevamo perseguire mirava a un rinnovamento della politica locale. E’ stato fatto il possibile per compattare le forze politiche di centro destra, creare un gruppo unico, allargato all’ UDC, alla società civile e ai giovani, per offrire una concreta e nuova alternativa al governo di centro sinistra, e con concreta e nuova intendiamo dire che la cittadinanza avrebbe potuto esprimere un voto avendo una prospettiva fattibile di cambiamento (si sa, l’unione fa la forza). L’obiettivo non era solo essere “presenti” alle elezioni amministrative, ma, per la prima volta uniti e compatti, potevamo essere “competitivi”. Qualcuno lo ha impedito. La candidatura di Julo Galati non è stata imposta da nessuno e a nessuno; siamo un Paese libero. La sua candidatura è stata condivisa per essere più competitivi. Chiunque può capire che l’opportunità che era lì da cogliere richiedeva di essere coesi e con persone che fossero espressione di una volontà di cambiamento. Alla fine del pasticciaccio, ebbene sì di pasticciaccio bisogna parlare, è chiara la mancata volontà da parte di qualcuno di ricercare l’unione e di offrire ai cittadini possibilità di cambiamento. Ai nostri concittadini rinnoviamo il rammarico per essere stati privati di una “sana” competizione elettorale e chiediamo loro di NON lasciarsi trasportare dalle poche chiacchiere di piazza, false e fantasiose ricostruzioni prive di ogni minimo fondamento, ma di provare a capire CHI E PERCHE’ non ha voluto che si presentasse una lista competitiva. CHI E PERCHÉ ha avuto paura di provare a vincere; perché, chi è stato contrario alla candidatura di Julo Galati e al rinnovamento, non ha avuto l’onestà e la TRASPARENZA di dichiararlo in tempo utile per permettere a tutte le persone coinvolte di procedere in modo diverso e poter essere presenti alla competizione elettorale. TUTTO CIÒ CI INDUCE ANCOR PIÙ A NON ARRENDERCI E AD ANDARE AVANTI !!! Gruppo ex candidati Julo Galati sindaco, UDC, società civile, giovani

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!