Candidati di traverso

MELISSANO. Roberto Falconieri vs Ferruccio Caputo. La formazione delle liste ha diviso addirittura le famiglie. Emblematico il caso dei fratelli Endemione, che si contendono il posto da consigliere da schieramenti opposti

MELISSANO – Più trasversali di così, si muore. Trovare delle liste più “variopinte” di quelle che si contendono l’amministrazione di Melissano non è cosa semplice. Gareggia per essere riconfermato su quella che è stata la sua poltrona per cinque anni, il sindaco uscente Roberto Falconieri (lista “Democratici per Melissano”), sindacalista Cgil classe 1950, che si presenta ai cittadini con una lista civica al cui interno trova posto anche il figlio Stefano. Prova a contendergli lo scettro Ferruccio Caputo (lista “Progetto Melissano”), impiegato presso il Consiglio regionale, 53 anni, candidato attorno al quale hanno fatto inedito fronte comune i gruppi politici del Pd, del Pdl, di Italia dei valori e di Forza Nuova. Caputo è sostenuto anche da Roberto Tundo, ex consigliere regionale e leader storico della destra salentina. E quando si dice che la politica divide, basta dare uno sguardo agli schieramenti per capire di che cosa si tratta. Una caso esemplare a conferma di questa massima è infatti quello dei fratelli Endemione. Antonello e Quintino. Entrambi aspiranti consiglieri, ma su fronti opposti. Il primo, assessore ai Lavori pubblici uscente, conferma la sua fedeltà a Falconieri; il secondo si candida invece nella lista di Caputo. Sarebbe interessante vedere a quale dei due la famiglia Endemione darà più fiducia.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!