Al voto prima del tempo

NARDO’. Le Amministrative neretine in numeri: quattro schieramenti, per 15 liste e 353 candidati ai 24 posti da consigliere. Ad eleggerli saranno i circa 21mila potenziali elettori

Di Paola Ancora NARDO’ – Sono in quattro, tre uomini e una donna, ad animare una delle sfide più accese di questa tornata elettorale. Antonella Bruno è il volto scelto dal centrodestra, dall'area afferente al Sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano fino alla lista La Puglia prima di Tutto del Ministro Raffaele Fitto. Sostenuta dalle liste “Antonella Bruno Sindaco”, “La Puglia Prima di Tutto”, “Il PdL per Antonella Bruno”, “Nuovo Corso per Nardò”, la Bruno è un medico anestesista di 51 anni. Ha lavorato al Sant'Orsola Malpighi di Bologna e presso la Casa Sollievo della sofferenza di San Giovanni Rotondo prima di approdare, in qualità di dirigente medico, all'ospedale San Giuseppe Sambiasi Nardò-Copertino. Vicensidaco della Giunta Vaglio dal 2002 al 2007, Marcello Risi, da sempre cattolico e comunista, scende in campo con il sostegno del partito del più famoso “cattolico e comunista” Nichi Vendola, “Sinistra ecologia libertà”, con “Io Sud – Nardò insieme”, con la lista “Nardò partecipa”, l’UDC e “Nardò per Risi”. E’ nato a Nardò il 3 settembre 1966 ed è laureato in giurisprudenza a Pisa. Fa l'avvocato, è sposato con Barbara e ha due figli. Giancarlo De Pascalis si presenta come un esponente della società civile. Architetto e storico di 46 anni, è delegato provinciale del Fondo Ambiente Italiano e nel suo ruolo ha contribuito ad aprire al pubblico la Chiesa dell’Incoronata, il Teatro Comunale, il Convento di Santa Chiara e la Chiesa di Sant’Antonio, della quale ha curato i lavori di restauro. Ha fatto ricerca sul centro antico di Nardò. Lo sostengono le liste “Semplicemente neritini”, “Noi x Nardò”, “Progetto Nardò”, Partito Democratico, “Piazza Pulita”. E poi lui, l’out sider di questa competizione, Alfredo Ronzino, candidato del Movimento Cinque Stelle e dall’associazione Cento Passi da lui fondata nel febbraio del 2010. Lo annunciò due anni fa, che si sarebbe candidato sindaco. Detto, fatto. Ronzino vuole portare fantasia e modernità a Palazzo Personé. 44 anni, separato, due fìglie, laureato in Scienze Politiche, un passato nel mondo editoriale, lavora oggi come freelance e musicista. In questa competizione elettorale, vince la palma di lista più giovane e più nuova “Piazza Pulita”: età media dei candidati 31 anni, tutti alla loro prima prova elettorale. La lista di Sinistra Ecologia Libertà presenta invece un candidato di origine tunisina, mentre è quella afferente al Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo la più fantasiosa in campagna elettorale. Candidati tutti in bicicletta per rioni e frazioni di Nardò e lo slogan “Nessun manifesto è il nostro manifesto” (20 in tutto quelli affissi nelle plance autorizzate). Anche Nardò ha i suoi Barack Obama e Joe Biden. Candidatura in ticket, infatti, per Giancarlo De Pascalis, del Polo Neretino, che ha presentato il suo vice: Gabriele Onorato.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!