Dagli Stati Uniti al Salento con “Arancio Limone Mandarino”

Lecce. Il pianista-compositore Andrea Padova presenta a Lecce il suo nuovo cd

LECCE – “Andrea Padova trasforma il suono in poesia. Il suo virtuosismo, dispiegato con sensibilità, risuona ad ogni battuta”. (Washington Post) Impostosi all’attenzione internazionale con la sua vittoria allo “J.S.Bach International Piano Competition” nel 1995 e reduce da una tournée negli Stati Uniti, Andrea Padova torna oggi nella sua città natale con un concerto nella Pinacoteca del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” alle ore 20.30, iniziativa voluta dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce. Con il pianista-compositore a presentare il suo nuovo lavoro “Arancio Limone Mandarino” (casa discografica Stradivarius) gli interventi di Pierpaolo Tarsi e Oscar Cacciatore. Terzo cd dopo “Landscape in motion” e “Notes posted on the refrigerator”, l’album che lo ha consacrato, come scrive la rivista Amadeus, come “uno degli esponenti più ispirati della recente musica di confine tra suoni classici e sonorità più popolari”, in scaletta tredici brani per pianoforte solo con qualche pennellata di elettronica, in equilibrio fra la grande tradizione pianistica classica e le istanze del XXI secolo. Un intimo omaggio di Padova al luogo dov’è nato e dove tutt’ora vive, Lecce e il Salento. Atmosfere, colori e profumi della terra salentina in una sorta di “concept-album mediterraneo”, nel quale i titoli di molti brani rimandano ai versi del poeta Vittorio Bodini. Con il cd “Landscape in Motion” (Stradivarius) Andrea Padova nel 2006 si presenta per la prima volta nella duplice veste di compositore ed interprete, proponendo brani per pianoforte solo, “in un linguaggio magicamente sospeso fra il rigore della musica classica, l'energia del jazz e la spontaneità della musica d’oggi” (Premio “ Le Veneri” 2006). Il cd ha ottenuto immediatamente un notevole successo di critica e il New York Times ha entusiasticamente recensito il suo nuovo stile compositivo. Nel 2008 ha suonato come solista al Teatro alla Scala e ricevuto il Premio Insound indetto dall’omonima rivista, come “miglior pianista italiano 2008”. Nel 2010, alternando brevi brani di Bach a propri pezzi originali, ha ideato ed eseguito il ciclo “Preludi & Interludi”, per il quale l’Examiner ha scritto: “Padova's inventive voice is decidedly his own. Pleasently intriguing”. “Arancio Limone Mandarino”, presentato a Londra nel febbraio 2011, proseguirà il suo tour per Madrid, Barcellona, Washington, Tokio, Tokorozawa, Milano, Torino…

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!