Di Michele: azzerata la squalifica

Saverio Sticchi Damiani, avvocato dell'US Lecce, porta all'incasso questo grande risultato professionale, fondamentale per la volata salvezza

A guidare l’attacco del Lecce nella decisiva sfida con il Napoli, ci sarà David Di Michele. E tutto grazie alla bravura dei legali del Unione Sportiva. La Corte di giustizia federale ha infatti accolto il ricorso dell’avvocato amministrativista Saverio Sticchi Damiani e ha azzerato la squalifica che in un primo momento era stata addirittura di tre giornate. Questi i fatti: nel corso dalla gara persa contro il Chievo, l’attaccante giallorosso aveva avuto una reazione violenta contro un giocatore avversario. Una gomitata che aveva fatto scattare la “prova Tv” e aveva provocato la maxi squalifica. In fase di discussione del ricorso da parte dell’US Lecce è però emerso che l’arbitro aveva visto il fallo e lo aveva considerato evidentemente una semplice scorrettezza di gioco. Si sancisce così il principio secondo il quale la prova televisiva per essere valida, può esclusivamente riguardare momenti della gara sfuggiti totalmente all’occhio del direttore di gara. La Procura federale non può cioè sostituirsi ex post al giudizio dell’arbitro e comminare pene. Nella sostanza la sentenza è fondamentale per il cammino salvezza del Lecce: con Di Michele, De Canio ritrova una pedina fondamentale per le prossime tre partite.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!