Idv: ‘Nuovi politici? No, nuova politica’

Casarano. Le riflessioni dell’Italia dei valori sulla situazione politica cittadina post-De Masi

CASARANO – “A Casarano, più che nuovi politici, serve una nuova politica basata sulla condivisione delle scelte”. E’ la conclusione delle riflessioni post-“5 aprile” del circolo cittadino dell’Italia dei Valori. I ragionamenti politici del movimento “dipietrista”, contenute in una nota firmata dal responsabile locale Piergiorgio Caggiula, condannano senza attenuanti i presunti errori dell’Amministrazione del sindaco uscente Ivan De Masi, definita “in stile Berlusconi”. IdV non crede alle voci da thriller politico, ai presunti complotti, cospirazioni e corruzioni che avrebbero caratterizzato gli ultimi giorni della Consiliatura appena terminata e tira dritto a quello che ritiene il cuore del problema. “Diciamolo chiaro: tra fidi e fidejussioni mancati, sono stati proprio i fratelli stessi a rendersi i principali artefici del loro insuccesso – sostiene Caggiula –; il conflitto di interessi esisteva, e lo abbiamo pubblicamente denunciato, e con esso i problemi che ne potevano scaturire. Tutti a discapito della comunità e del bene comune. Ai casaranesi i problemi, ai faccendieri i benefici”. Ce n’è anche per l’ex assessore Francesca Fersino, rimasta fino all’ultimo a sostegno di De Masi. “Inutile poi andare in piazza, con un comizio in pectore, per sbandierare ai quattro venti successi di carta e cercare commiserazione sulla pelle di chi i problemi li deve affrontare quotidianamente: la vostra debolezza sono state le sterili promesse, i posti di lavoro sbandierati alla Berlusconi maniera, le opere straordinarie che avrebbero proiettato Casarano nel terzo millennio di nuovo come comune da seguire ad esempio”. “Cari tutti – prosegue l’analisi di IdV – non è un supermercato che cambia l’economia di un paese e neanche ipotetiche aziende che costruiscono i loro progetti su investimenti e finanziamenti pubblici salvo poi, come al solito, abbandonare baracca e burattini al loro destino. Caro ex-vicesindaco siamo sicuri che fossero imprenditori e non faccendieri? Non credo visto la vostra capacità nel non riconoscerli”. Per Caggiula bisogna ripartire da questi presunti errori perché “Casarano ed i casaranesi meritano sicuramente di meglio. Ma meritano soprattutto rispetto ed onestà”. “Così come meritano – conclude la nota – rappresentanti che sappiano cosa significhino parole come democrazia, rispetto delle istituzioni, etica e salvaguardia del bene comune. Non necessariamente nuovi politici, anche se un avvicendamento risulterebbe quanto mai necessario, ma soprattutto una Nuova Politica. Senza nuovi profeti e senza leaderismi. Ma con la forza della condivisione”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment