Giovani a rischio. Nasce il 'laboratorio dei mestieri'

Salve. Definitivamente approvato il progetto di 2 milioni di euro presentato dal Comune nell'ambito del “Pon Sicurezza 2007 – 2013”. Recuperato un complesso immobiliare confiscato

Dal Comitato di Valutazione del “Pon Sicurezza 2007 – 2013”, via libera a 18 nuovi progetti per 63 milioni di euro. Tra le proposte approvate, 13 riguardano la riqualificazione dei beni confiscati e il loro riutilizzo a fini sociali. Tra queste, definitivamente approvato il progetto presentato dal Comune di Salve – di 2 milioni di euro – riguardante la realizzazione di un “Centro laboratoriale polifunzionale dei mestieri” per il reinserimento sociale e lavorativo di giovani a rischio nel territorio salentino “Si tratta di un intervento edilizio – ha spiegato, in un a nota, il Sottosegretario all'Interno, Alfredo Mantovano – per il recupero di un complesso immobiliare confiscato. L’ultima proprietaria del fabbricato è stata Luciana Scarlino, figlia di Giuseppe Scarlino, originario di Taurisano, esponente della Sacra Corona Unita. Verrà riqualificata un’area esterna al centro abitato che attualmente si presenta nel più totale degrado, e che si presta ad essere luogo di ritrovo di malintenzionati e delinquenti, e verrà realizzato un centro laboratoriale polifunzionale per il reinserimento sociale e lavorativo di giovani a rischio compresi tra i 14 ed i 21 anni con particolare attenzione alla categoria dei minori a rischio segnalati dai servizi sociali comunali e dal tribunale dei minori. Ad essi – si legge nella nota – si offrirà un servizio di alloggio temporaneo a rotazione per un massimo di 12 ospiti, e un centro diurno sperimentale per un massimo di 40 utenti, che si integreranno con l’accompagnamento allo sviluppo di piccole idee imprenditoriali legate alle tradizioni artistiche del territorio salentino. Attraverso l’intervento di gestione si punta alla creazione di 4 differenti laboratori manuali (edilizia e pietra leccese, ceramica e pittura, verde, cartapesta e decoupage) a cui si aggiunge un laboratorio delle arti grafiche e del disegno tecnico (tutte le attrezzature per l’allestimento dei laboratori, come pure gli arredi, sono finanziati nell’ambito del progetto)». “I laboratori manuali – conclude – consentiranno quindi al progetto di autosostenersi nel tempo mediante la promozione e la commercializzazione dei prodotti e dei servizi che ne scaturiranno. L’intervento predisposto dà seguito concreto alla necessità di non limitare la tutela della sicurezza e della legalità alla mera repressione”. Tra le proposte approvate, 13 riguardano la riqualificazione di beni confiscati alla criminalità organizzata (Obiettivo Operativo 2.5 del Programma). I beni confiscati, oltre che in Puglia (1), si trovano anche in Campania (1) e Sicilia (11) e, grazie alle risorse stanziate, potranno essere ristrutturati e destinati ad attività di carattere sociale. Il Comitato di Valutazione ha inoltre stanziato le risorse per il progetto quadro “IO Gioco LeGale” che prevede la realizzazione di 100 impianti sportivi in altrettanti comuni delle quattro regioni Obiettivo Convergenza: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Articolo correlato 'Pon Sicurezza'. Due progetti per la legalità (31 marzo 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment