Marmi e ceramiche pugliesi in vetrina a Mosca

Mosbuild. Sono nove le aziende locali che hanno partecipato alla manifestazione (5 – 8 aprile). 5 sono salentine. Per Loredana Capone: la Russia è “il contesto giusto per aumentare le relazioni commerciali delle nostre imprese”

La Puglia delle ceramiche e dei marmi conquista l’attenzione del “Mosbuild“, la fiera dell'edilizia di Mosca, il principale evento di tutta l’area dell’Est europeo in cui vengono presentate le ultime tecnologie, i progetti, i prodotti e i servizi delle aziende leader del settore e dei comparti dell’arredamento di interni. Sono nove le imprese nostrane che, accompagnate dalla Regione Puglia, attraverso il supporto operativo dello Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese (Sprint Puglia), hanno partecipato alla manifestazione, dal 5 all'8 aprile, per sfruttare le opportunità offerte dal mercato russo di nuovi contatti e realizzare incontri d'affari con operatori della Federazione russa, della Bielorussia, dell’Ucraina e del Kazakistan. Il tutto grazie anche agli spazi personalizzati, allestiti, ciascuno per ogni azienda, dalla Regione Puglia. Hanno partecipato all’evento le aziende “Pimar” di Cursi (Le); “Royal Mosaici” di Maglie (Le); “Lithos Mosaico” di Martina Franca (Ta); “Edilcave De Luca” di Cursi (Le); “Romagno Marmi” di Mola (Ba); “Bianco Cave” di Melpignano (Le); “In.Spo Marmi” di Putignano (Ba); “Naturalmente Puglia srl” di Alberobello (Ba); “Promozione Pietra Consorzio” di Cursi (Le). Nell’edizione del 2010 l’evento ha registrato la presenza di circa 1.000 espositori, provenienti da 48 paesi ed è stata visitata da oltre 90.000 operatori specializzati internazionali. Quest’anno, sono 16 i saloni espositivi specializzati, tra questi Stonex, dedicato alle pietre naturali e artificiali, è stato scelto dalla Regione Puglia per la presentazione dei marmi e delle pietre pugliesi che per la qualità eccellente, la versatilità e il pregio delle lavorazioni si prestano agli usi tradizionali, ma anche alla realizzazione di oggetti di design. La partecipazione pugliese al salone Stonex avviene nell’ambito della collettiva italiana organizzata da Confindustria Marmomacchine. La Regione Puglia, oltre agli spazi specifici per ciascuna delle nove imprese che hanno aderito, ha allestito uno spazio espositivo istituzionale idoneo ad ospitare gli incontri dei nostri imprenditori con i loro potenziali partner commerciali, e una marmoteca nella quale sono esposti i campioni di pietre e marmi della Puglia. A tutto ciò si aggiunge il servizio di interpretariato fornito come sempre agli imprenditori pugliesi per gli incontri con gli operatori internazionali. L’importanza di questa partecipazione è stata sottolineata dalla vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico, Loredana Capone. “La Federazione Russa – ha detto – sta vivendo un momento di grande sviluppo nel settore dell’edilizia urbana, a questo si aggiunge l’attenzione da sempre rivolta da questo Paese al made in Italy ed ai prodotti di particolare pregio provenienti dalla Puglia. Il Mosbuild, poi, rappresenta sicuramente una vetrina di rilievo per tutto l’Est europeo. Il contesto è quello giusto per sviluppare il massimo delle opportunità per le nostre imprese”. Articoli correlati Meccanica ed energia. La Puglia ad 'Hannover Messe' (6 aprile 2011) Edilizia meccanica. Il 'Made in Puglia' ad Abu Dhabi (29 marzo 2011) Export da record: a Sud in testa la Puglia con +20,2% (14 marzo 2011) 'Progetti – Settore': la Puglia sul mercato estero (14 febbraio 2011)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!