Libia. ‘La Puglia non può essere impreparata’

Bari. Il presidente del gruppo Udc in Regione ha garantito che il partito lavorerà insieme a tutte le forze responsabili per fronteggiare l’emergenza

BARI – “L’Udc ha aderito alla proposta del presidente Introna di rinvio della seduta del Consiglio regionale a causa del’assenza del presidente Vendola, impegnato a Roma in un incontro con il ministro Maroni. Alla luce del risultato di questo incontro, il dibattito in consiglio sul caso Libia richiesto dal collega Curto, potrà risultare maggiormente proficuo e si potranno adottare tutte le iniziative necessarie per fronteggiare possibili ripercussioni nel nostro territorio e tutelare gli interessi delle imprese pugliesi nel paese del Nord Africa”. Lo ha detto il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, al termine della conferenza dei capigruppo riunita ieri mattina in via Capruzzi a Bari. Il capogruppo dell’Udc ha sottolineato come la possibilità che si debba far fronte ad una nuova e massiccia ondata migratoria sia assai concreta, considerata la posizione geografica della Puglia. Compito della politica sarebbe, in questo scenario, quello di far trovare preparato il territorio a questa nuova epocale emergenza. “Come Gruppo Udc – ha concluso Negro – siamo pronti a fare la nostra parte insieme a tutte le forze responsabili dell’assise regionale, così come sta facendo l’on. Casini e il partito a livello nazionale, che in questa situazione si è schierato con responsabilità e coerenza a sostegno dell’azione del Governo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment