La petizione di Pietrabianca: ‘Collegamenti migliori’

Casarano. Al Comune i cittadini sollecitano il collegamento tra via Francia e via De Andrè; alla Provincia, chiedono di far partire il secondo tronco della tangenziale

CASARANO – I cittadini che abitano o frequentano il quartiere di “Pietrabianca” hanno avviato una petizione popolare per chiedere alle istituzioni pubbliche collegamenti migliori. Oggi, infatti, l’unico accesso al popolare quartiere periferico, dove vivono più di 2mila persone, è costituito da via Alto Adige che la collega al resto della città, diventata un’arteria ad alto tasso di circolazione con problematiche di sicurezza. Nel rione, inoltre, è situata la parrocchia “SS. Giuseppe e Pio”, con annesso oratorio, e la struttura sportiva coperta (tensostatico), dove si svolgono numerose attività sportive, comprese gare ufficiali dei campionati di pallavolo, pallamano e basket. Nelle prossime settimane, infine, è previsto il trasferimento di numerosi uffici dell’Asl (gli ambulatori dell’ex sede Inam) presso un immobile del quartiere. “L’attuale viabilità con il quartiere – si legge nella petizione – non solo è insufficiente, ma sarà certamente causa di problemi di sicurezza se le amministrazione comunale e provinciale non pongano in essere tutte quelle attività necessarie per la risoluzione della questione”. E quali potrebbero essere queste attività? I residenti sollecitano il Comune “a dare priorità, già dal corrente anno, alla realizzazione del collegamento tra via Francia e via De Andrè, che servirà come alternativa a via Alto Adige”. Alla Provincia, invece, si chiede l’opportunità di far partire il secondo tronco della Tangenziale dalla provinciale per Collepasso, vicino al rione, e sino al congiungimento con la statale Casarano-Matino. “Ciò al fine – spiega la petizione – di avere un collegamento alternativo per coloro che vogliano recarsi all’ospedale “Ferrari” ovvero presso gli edifici scolastici situati in quella zona”. Infine, i residenti di “Pietrabianca” propongono una proposta più volte fatta alle passate amministrazioni. “All’amministrazione comunale – si legge nella petizione – si suggerisce di attivarsi per l’allargamento della strada interpoderale che collega il quartiere alla zona commerciale di Matino, molto frequentata da numerosi cittadini di Casarano”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment