Paulo Branco protagonista del 'Cinema Europeo'

A Lecce, dal 12 al 16 aprile, la XII edizione del Festival. Al produttore portoghese, presidente di giuria, l'omaggio della manifestazione

A Lecce dal 12 al 16 aprile la XII edizione del “Festival del Cinema Europeo” Come sempre, la manifestazione salentina – diretta da Cristina Soldano e Alberto La Monica – dedica la sezione a una personalità di spicco del panorama cinematografico europeo. Quest'anno è il turno di Paulo Branco. Il grande produttore portoghese sarà al Festival anche come presidente della giuria. Con oltre 200 produzioni al suo attivo, Branco ha lavorato con i più grandi cineasti internazionali tra cui Raoul Ruiz, Manoel de Oliveira, Alain Tanner, Michel Piccoli, Daniele Dubroux, Chantal Akerman, Olivier Assayas, Sharunas Bartas, Jacques Doillon, Wim Wenders e Werner Schroeter. Ha fondato e dirige le società di produzione “Gemini Film” e “Alfama Films” in Francia e “Madragoa Filmes” e “Clap Filmes” in Portogallo. Tra i titoli, scelti assieme allo stesso Branco, che si potranno vedere e rivedere al Festival, “Lisbon Story” di Wim Wenders (1994); “I Misteri del convento” di Manoel de Oliveira (1995); “Lontano da Diio e dagli uomini” di Sharunas Bartas (1996); “La ragazza di Rose Hill” di Alain Tanner (1989); “I misteri di Lisbona” di Raoul Ruiz (2010). Accanto all’omaggio a Paulo Branco, quello al regista Emidio Greco con una retrospettiva completa dei suoi film e l’anteprima del suo ultimo lavoro “Notizie degli scavi”, con la partecipazione degli attori Ambra Angiolini e Giuseppe Battiston. Si potranno così vedere, oltre al suo ultimo film, anche il suo saggio di diploma del 1966 “Uno, due e tre”, 1966; e tutti i suoi lavori: “L'invenzione di Morel”, 1974; “Gita a Santo Stefano”, 2010; “Niente da vedere, niente da nascondere”, 1978; “Ehrengard”, 1982; “Un caso d'innocenza”, 1984; “Una storia semplice”, 1991; “Milonga”, 1999; “Il consiglio d'Egitto”, 2002; “L'Uomo privato”, 2007. Il Festival, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come “manifestazione d’interesse nazionale”, è ideato e organizzato dall’Associazione Culturale “Art Promotion” e si svolge con il Patrocinio e la collaborazione di Parlamento Europeo, Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema, Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Comune di Lecce, Centro Sperimentale di Cinematografia, Provincia di Lecce, Cciaa di Lecce, Apulia Film Commission, Università del Salento, Apt di Lecce, Centro Audiovisivo Croato, Forum Austriaco di Cultura, Ambasciata di Francia, Ambasciata di Spagna, Istituto Polacco, Sncci, Sngci, Fipresci, Cineuropa, Aiace Nazionale, Centro Nazionale del Cortometraggio, Augustus Color, Vestas Hotels & Resorts e Futuro Remoto Gioielli. Media partner: Cinecittà News. Il “Festival del Cinema Europeo” di Lecce è membro dell’Associazione “Festival Italiani di Cinema”, del circuito “CineNetFestival” ed è patrocinato da “Festival of Festivals”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment