Sport e solidarietà: un incontro speciale

Il Settore Giovanile del Gallipoli farà visita ai piccoli ospiti della Casa Famiglia “Oberon” di Taviano e Mancaversa

Giornata speciale per gli ospiti della Casa Famiglia “Oberon” di Taviano e Mancaversa (diretta da Stefano Portaccio) e per i ragazzi della “Juniores” del “Gallipoli Football 1909”. Domenica prossima, infatti, per il secondo anno consecutivo, il Settore Giovanile ripeterà l'esperienza facendo visita al centro. I ragazzi gallipolini vivranno, infatti, per un giorno intero, la quotidianità dei giovani ospiti della struttura. Non una semplice visita di cortesia, quindi, ma la piena condivisione e il confronto con una realtà diversa. “E' un momento educativo molto importante – spiega Sergio Mello, Direttore Generale dell'Area Tecnica del Gallipoli – che abbiamo voluto ripetere. Attraverso quest'esperienza a livello umano e di socializzazione, i nostri ragazzi possono realmente comprendere quanto siano fortunati ad avere quello che hanno e darne il giusto valore”. La “Puck” Soc. Coop. Sociale con le sue strutture residenziali per minori costituisce una forma di aiuto a minori che versano in uno stato di temporaneo abbandono, realizzando progetti educativi concordati con i Servizi Territoriali competenti: garantisce ai minori la possibilità di continuare la crescita psicofisica all'interno di una casa a dimensione familiare, anche insieme ai propri fratelli e sorelle; impegna figure sempre presenti, motivate e preparate ad assolvere funzioni genitoriali e si adopera affinchè ciascun minore mantenga rapporti con la famiglia d'origine.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment