Ambiente: le proposte del PdCi

Ugento. Bozza di programma da sottoporre all'attenzione delle opposizioni che andranno a comporre la Grande Alleanza Democratica alle prossime elezioni amministrative

Gestione del Parco Naturale Regionale Litorale di Ugento, ciclo dei rifiuti, regolamentazione di scarichi e pozzi neri su tutto il territorio, monitoraggio della vecchia discarica Burgesi e del nuovo impianto di biostabilizzazione, bonifica di tutti i manufatti contenenti cemento -amianto, incentivazione all’uso della bicicletta, realizzazione di aree verdi pubbliche attrezzate, mercati agricoli settimanali per l’acquisto e consumo di beni primari prodotti in loco. Sono questi alcuni degli impegni evidenziati nella bozza del programma ambientale che il Partito dei Comunisti Italiani – Federazione della Sinistra di Ugento sottopone all'attenzione di tutte le opposizioni e dei gruppi organizzati che andranno a comporre la Grande Alleanza Democratica alle prossime elezioni amministrative. Alla base una grande campagna di comunicazione – educazione – per sensibilizzare e rendere consapevoli i cittadini rispetto alle tematiche ambientali. Nal campo dei rifiuti si propone un nuovo Servizio di Igiene Ambientale, il porta a porta spinto sia della frazione di raccolta differenziata e umida, l'adozione del codice a barre per utente e/o altra tecnologia che consenta il monitoraggio del ciclo dei rifiuti; le convenzioni con i principali Consorzi di Filiera secondo l'Accordo quadro Anci – Conai e la realizzazione di “Piattaforme Ecologiche” per Ugento (principale – entro il 1° anno di appalto), Gemini (centro di raccolta satellite – entro il 2° anno di appalto); Torre San Giovanni (centro di raccolta satellite – entro il 3° anno di appalto). In ambito di inquinamento atmosferico, acustico, elettromagnetico, delle acque e di gas radon negli edifici pubblici e privati, previsto il controllo su tutto il territorio comunale. Capitolo Parco Naturale: la proposta è di mettere fine alla gestione provvisoria con l'Istituzione dell'Ente Gestore definitivio, completo di tutti gli organi Istituzionali previsti dalla Legge Regionale, programmando la gestione dell'area protetta con l'infrastruttura dei Sentieri della Rete escursionistica, lo sviluppo socio – economico dei Bacini di Ugento, nell'ambito del “Progetto Wetlands” – Programma Operativo Interreg IIIB Cadses 200©2006 e i percorsi ciclo – turistici che coinvolgano anche le zone buffer. Per la discarica di contrada Burgesi, previste una serie di attività di monitoraggio sul servizio di captazione, trasporto e smaltimento del percolato prodotto; sull'impianto di produzione energia elettrica dal Biogas prodotto in passato, con conseguente verifica e/o stima dell’energia elettrica prodotta e immessa nella rete elettrica nazionale, ai fini della quantificazione delle somme da incassare dal parte del Comune (la convenzione prevedeva l’incasso del 10% dell’energia immessa in rete) e sull’integrità dei teli di protezione in Hdpe. Quanto al risparmio energetico su tutta la rete elettrica comunale, è proposto un regolamento sull’installazione e l’uso di “Energie alternative” sugli edifici comunali e sui tetti delle abitazioni civili anche tramite i cosiddetti “Gruppi di Acquisto Solidale”. Infine, uno sguardo sulle opere di urbanizzazione primaria nella frazione di Torre San Giovanni e nelle Marine di Torre Mozza e Lido Marini con la realizzazione di fogna nera, rete idrica, rete del gas combustibile, pubblica illuminazione e verde attrezzato.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!