Weekend lungo con 'Città Aperte'

Dal 4 al 6 marzo 2011, il programma di accoglienza turistica dell'Apt di Lecce promuove eventi “per tutti”, tra passato e natura

Il primo weekend di marzo, cultura ed esperienze naturalistiche sono protagoniste di “Città Aperte”, il programma di accoglienza turistica, promosso dall’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e organizzato dall’Apt di Lecce. Sono previste, infatti, varie attività gratuite, occasioni uniche per scoprire il Salento. Venerdì 4 marzo, “Passeggiate per tutti”, in collaborazione con l’associazione Anyway AccesSalento, propone un percorso guidato per turisti con difficoltà motorie a Lecce, dalle 16 alle 18. Il tour, che prevede anche luoghi di sosta, di acquisto e servizi accessibili, si snoda tra le maggiori vie, palazzi e chiese della città, toccando piazza Duomo, sant’Oronzo, Tancredi, Castromediano (scavi archeologici), palazzo Rollo, Carafa, chiostro dei Teatini, la Chiesa di sant’Irene, santa Chiara, santa Croce e del Buon Consiglio. L’appuntamento è allo Iat di corso Vittorio, 43 (Info: 0832.248092). Per sabato 5 marzo, gli appuntamenti sono quattro: “Passeggiata per città” a Lecce con partenza alle 16 dallo Iat di corso Vittorio, 43 (Info: 0832.248092); “Archeo e natura” alla scoperta di Roca, antica città messapica, con partenza dalla chiesetta di Roca Vecchia alle 17 (Info: Cooperativa UniRoca 388.1686286); “Parchi aperti”, tour dedicato all’ambiente con partenza da masseria Rauccio, nel Parco Naturale Regionale Bosco e Paludi di “Rauccio”, dalle 16 alle 18 (Info: Terradimezzo 328.5412181) e infine ”Passeggiando in bicicletta” in occasione della “IV Giornata nazionale delle ferrovie dimenticate” con partenza alle 15 da piazza “Aldo Moro”, a Maglie, e rientro alle 18,30 alla scoperta del patrimonio ferroviario (Info: Associazione Il Ciclone: 348.5876153). Domenica 6 marzo, ancora, “Parchi aperti” porta alla scoperta delle “Sorgenti di Carlo Magno”, tra campi coltivati, uliveti e macchia mediterranea. Si parte alle 9.30 da Otranto, Foce dell’Idro, per far ritorno alle 15 (Info: Gruppo ‘Ndronico 338.8947823).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!