Omicidio Pinto: a giudizio anche Bernardini

Lecce. L’imputato, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbe accompagnato e consegnato la vittima ai sicari

Nuovo rinvio a giudizio nell’ambito dell’omicidio di Italo Pinto, avvenuto a Lecce il 12 febbraio del 1987. Oltre a Massimo Mello (la cui posizione era stata stralciata in precedenza) dinanzi ai giudici della Corte d’Assise di Lecce, il prossimo 14 aprile, comparirà anche Fabrizio Bernardini. Il gup del Tribunale di Lecce, Maurizio Saso, lo ha rinviato a giudizio al termine dell’udienza preliminare. I due processi, con ogni probabilità, saranno ora riuniti dai giudici dell’Assise. Bernardini era uno dei nomi al centro della cosiddetta “Operazione Maciste 2”, condotta dai carabinieri del Ros e dagli uomini della polizia di Lecce a settembre del 2009. La lunga e complessa attività d’indagine ha permesso, anche sulla base delle dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia, di ricostruire i moventi, gli autori e i mandanti di una lunga serie di omicidi e tentati omicidi, tra cui quello di Pinto, il primo di una sanguinosa guerra di mafia che determinò lo scontro armato tra i clan per il controllo del territorio. L’imputato, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbe accompagnato e consegnato la vittima ai sicari. Articolo correlato Omicidio Pinto. Rinviato a giudizio uno dei presunti assassini (17 gennaio 2011)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati