Sostegno a Koreja. ‘Non abbiamo i soldi’

Lecce. L’assessore Alfarano spiega le motivazioni della mancanza di contributi da parte del Comune alla compagnia teatrale

LECCE – Il Comune di Lecce non può permettersi la spesa per sostenere l’attività dei Cantieri teatrali Koreja. Sulle polemiche legate alla mancanza di contributi da parte dell’Amministrazione leccese alla compagnia teatrale, è intervenuto l’assessore alla Cultura, Massimo Alfarano. “Dispiace – ha dichiarato – di non poter contribuire a finanziarie l’attività dei Cantieri teatrali Koreja di Lecce, tuttavia la congiuntura economica negativa degli ultimi anni non ci consente di poter avviare operazioni di questo tipo”. Alfarano ha confidato le difficoltà con le quali il Comune si trova a fare i conti quotidianamente, anche per sostenere le attività organizzate direttamente dal Comune escludendo, almeno per il momento, la possibilità di trovare i necessari fondi al sostegno dell’attività culturale della compagnia. “Ribadiamo di essere comunque pronti – ha aggiunto – ad aiutare i Cantieri Teatrali Koreja collaborando con loro nell’organizzazione e nella gestione di progetti comuni, così come peraltro abbiamo fatto in passato con il Progetto Plot che ha registrato grande successo. Fermo restando – ha concluso Alfarano – che se dovessero aprirsi delle opportunità significative, anche attraverso il ricorso a finanziamenti esterni, siamo pronti a fare la nostra parte e a dare sostegno economico alla pregevole attività culturale dei Cantieri teatrali Koreja”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!