Itc. Puglia sopra la media

Bari. Famiglie e Pa all’avanguardia tecnologica. Puglia meglio di Lombardia e sopra la media italiana per uso dell’informatica

BARI – Eccola la Puglia che non si lascia bloccare dalla crisi ed anzi ricerca proprio nell’avanguardia tecnologica, la spinta per lasciarsi alle spalle il periodo nero dell’economia. I dati emersi nel corso dello Smau Business che si è tenuto ieri e l’altroieri a Bari presso i padiglioni della Fiera del Levante hanno gettato luce su una rosea realtà: in Puglia l’informatica va. Sia in famiglia sia nella pubblica amministrazione. Negli ultimi cinque anni le comunicazioni attraverso la banda larga nelle case pugliesi si sono infatti quasi triplicate passando dal 12,4% al 34,9% e l’accesso ad internet è cresciuto dal 28% al 44%, quasi il doppio. In Puglia le famiglie usano la rete nel 18,1% dei casi, rispetto al 12,3% della Lombardia e al 13,2% dell’Italia. Se poi si guarda alla Pubblica amministrazione, ci si ricrede decisamente sulla presunta arretratezza della regione rispetto alle colleghe d’Italia: i Comuni pugliesi che ricorrono alle Ict con l’adozione di documenti di pianificazione strategica sono il 51% del totale contro il 32,1% della Lombardia e il 40,8% della media italiana. “In Puglia – ha commentato la vice presidente della Regione Loredana Capone – il 97% della popolazione è servita da banda larga e il 94% del territorio è coperto da infrastruttura di banda larga. Un primato italiano ottenuto con grandi investimenti da parte della Regione Puglia che ha messo a disposizione, tra interventi già realizzati e da realizzare nel corso dell’anno, più di 130milioni di euro. Ma – ha aggiunto – le sole infrastrutture non sono sufficienti se non sfruttate in tutte le loro potenzialità. // Smau 2011. I numeri 3.000 visitatori e più di 1.800 partecipanti agli oltre 40 workshop ed eventi in programma. Sono numeri che balzano agli occhi quelli che si riferiscono alla terza edizione dello Smau Business Bari, il workshop della tecnologia digitale ospitato nei due giorni scorsi presso la Fiera del Levante. Le presenze rispetto all’anno scorso hanno registrato un incremento del 20% che fa ben sperare sul superamento della crisi che ha investito aziende e famiglie. Gli imprenditori che non hanno voluto mancare all’evento hanno raggiunto Bari da tutto il Sud Italia; nei padiglioni della Fiera hanno potuto toccare con mano le novità presentate dagli oltre 80 espositori, tra cui Alfacod, Cash System, Cisco, Fastweb, Fujitsu Scanning, IBM, Iomega, Kartha, Kaspersky, Kodak, Microsoft, Olivetti, Sophos, TeamSystem, Trend Micro, Verona Software, Uakari Software, Zucchetti. La crescita di quest’edizione rispetto alle precedenti si è percepita fin dalle prime ore di apertura dell’evento ed è stata riconosciuta da tutte le istituzioni e associazioni del territorio presenti durante l’inaugurazione, ad iniziare da Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia che ha sottolineato l’importanza dell’evento come “stimolo per le imprese pugliesi a liberarsi da pigrizie culturali e investire in innovazione e ricerca” e confermata anche dalle parole di Loredana Capone, vicepresidente Regione Puglia ed assessora allo Sviluppo economico, Antonio Ciuffreda, vicepresidente della Fiera del Levante, Domenico Favuzzi, presidente Sezione Terziario Innovativo e Comunicazione, Confindustria Bari e Barletta – Andria, Trani, Gianni Sebastiano, presidente del Distretto Produttivo dell'Informatica e di Alessandro Ambrosi, presidente di Confcommercio Bari e della Camera di commercio di Bari. “La Puglia sta vivendo un momento molto positivo di fermento culturale che coinvolge le principali istituzioni del territorio, dalla Regione Puglia a Confcommercio e Confindustria fino al Distretto Produttivo dell’informatica, le quali stanno svolgendo un ruolo molto importante per fare sistema e non subire i cambiamenti in atto in questo periodo di crisi, ma emergere ed essere protagoniste del cambiamento e guidare la regione verso l’eccellenza nel campo dell’ innovazione tecnologica. – ha dichiarato Pierantonio Macola, amministratore delegato di Smau -. Le imprese fornitrici di tecnologia, con particolare riferimento a quelle del territorio, hanno il compito di affiancare le piccole e medie imprese nel vincere questa scommessa e competere sul mercato”. Articolo correlato: Itc e comunicazione. La Puglia allo Smau (8 febbraio 2011)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati