Amministrative. Negro: ‘Un modello di governo diverso da quello attuale’

Lecce. Secondo il presidente regionale dell’Udc non sarebbe ancora tempo per fare i nomi dei candidati sindaco ma solo di cercare un modello di governo che si discosti da quello di Perrone

LECCE – Il partito dell’Udc starebbe lavorando alla creazione di un modello di governo e non, ancora, alla designazione del candidato sindaco. La precisazione arriva da Salvatore Negro, presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia, che intervenendo nel dibattito sul candidato primo cittadino per la città di Lecce getta acqua sul fuoco delle polemiche che si sono scatenate nelle ultime ore in merito alla presunta indicazione, da parte del suo partito, di Lorenzo Ria o Paolo Pagliaro quali papabili candidati per la poltrona di leader di Palazzo Carafa. Negro ribadisce un punto fermo e cioè che il suo partito non ha avrebbe alcuna intenzione di appoggiare la ri-candidatura di Paolo Perrone, attuale sindaco del capoluogo salentino, l’unica, al momento, data per certa in città. Per i nomi c’è tempo, dichiara, puntando più che altro sulla necessità da parte del Terzo Polo di individuare una figura che sia espressione del mondo imprenditoriale, delle professioni o della cultura, che abbia contatti con la città, conosca il territorio e abbia la capacità di essere alla guida di una grande coalizione alternativa a quella attuale. “Al momento – ha dichiarato il presidente regionale dell’Udc – Wojtek Pankiewicz, unica espressione del nostro partito nell’assise comunale, contribuisce a costruire un progetto credibile per la città capoluogo e lo sta facendo organizzando continui incontri, convegni e seminari di studio, utili per sintonizzarsi meglio sui bisogni dei cittadini leccesi. Un lavoro incessante e continuo in sintonia con la segreteria cittadina e provinciale, col Gruppo regionale e il Gruppo provinciale, per giungere ad un progetto quanto più condiviso possibile. Senza alcuna presunzione, penso che l’Udc sia l’unico partito che sta portando avanti un dibattito concreto sui temi che più ci stanno a cuore e cioè la disoccupazione, la famiglia e l’ambiente. Su questo – ha concluso – ci stiamo confrontando e vogliamo confrontarci con i cittadini leccesi, certi di poter offrire un modello di governo alternativo a quello attuale di centrodestra”. Articoli correlati: Il Pdl: ‘Piena fiducia a Perrone’ (31 gennaio 2011) Pisanò: ‘Caro Paolo ti scrivo’ (2 febbraio 2011) Salvemini: ‘Pisanò rispetti gli elettori di centrosinistra’ (2 febbraio 2011) Amministrative. Buccoliero: ‘Voce ai cittadini’ (6 febbraio)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati