Gestione illecita di rifiuti: il Noe denuncia

Copertino. Una società del posto è ritenuta responsabile di aver proceduto in assenza di titoli autorizzativi

A Copertino, a parziale conclusione di specifiche indagini nel campo delle società intermediatrici di rifiuti, il Noe, coadiuvato dalla compagnia di Gallipoli, ha segnalato alla Procura della Repubblica di Lecce, il rappresentante legale di una società del posto, ritenuto responsabile di aver proceduto, in assenza di titoli autorizzativi, alla gestione e allo smaltimento di rifiuti urbani e speciali, pericolosi e non. I rifiuti sarebbero stati rimossi dalle zone industriali di alcuni paesi del sud salento nelle quali erano stati abbandonati, anche mediante l'utilizzo di documentazione costituita da formulari di identificazione di rifiuti che falsamente ne attestavano il recupero e/o lo smaltimento presso centri autorizzati della provincia di Lecce e di Brindisi, totalmente estranei alla vicenda e dei quali erano stati falsificati i timbri. Sono in corso ulteriori approfondimenti d'indagine per accertare eventuali ulteriori responsabilità penali. Al momento i reati contestati dal Noe sono quelli della gestione illecita di rifiuti e di falso.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati