1990-2010: 20 anni di donne nella pubblicità stradale

Melpignano. Sarà inaugurata questo pomeriggio, la mostra fotografica di Ico Gasparri, presso la Mediateca “Peppino Impastato”

“Chi è il maestro del lupo cattivo? 20 anni di immagine della donne nella pubblicità stradale: 1990-2010”. E' il titolo della mostra fotografica di Ico Gasparri, che sarà presentata e inaugurata, questo pomeriggio alle 18, presso la Mediateca “Peppino Impastato”, a Melpignano. Ico Gasparri è nato nel 1959 a Cava de’ Tirreni, archeologo, progettista editoriale, fotografo dal 1977. Dopo una prima fase di riprese sul patrimonio artistico del Mediterraneo, ha prodotto nel 1986 la prima mostra in bianco e nero “Architetture disegnate”, basata sull’astrazione architettonica e l’uso esclusivo del teleobiettivo. Nel successivo percorso ha indagato maggiormente i volumi, le linee e la luce dell’architettura approdando alle varie edizioni delle personali “Bianco Mediterraneo”, “Frammenti metaurbani”, “Marocco”, “Capri”, “Le dodici fatiche di Carrara”. Parallelamente, ha sviluppato una ricerca dal titolo “Pubblicittà”, incentrata sull’impatto devastante della pubblicità nel contesto urbano. Questo lavoro si è concentrato dal 1990 sull’utilizzazione dell’immagine femminile in pubblicità per le strade di Milano. Il ricco archivio ha generato la mostra “Chi è il maestro del lupo cattivo?” giunta alla sua terza edizione ed in programmazione in varie città italiane.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!