Rapinatori in fuga. I carabinieri sulle loro tracce

Strudà. L'auto su cui viaggiavano i malfattori si è dileguata. Le Forze dell'Ordine cercano una Renault Clio, grigio scuro

Sventata dai carabinieri della Stazione di Vernole quella che sicuramente sarebbe stata l’ennesima rapina. Oggi, in mattinata, una pattuglia ha intercettato un’autovettura che procedeva nel centro di Strudà, con tre individui sospetti a bordo. I militari hanno deciso di fare un controllo. Alla richiesta di accostare, i tre soggetti occupanti il veicolo – non potendo sottrarsi a causa della presenza di traffico – apparentemente hanno ottemperato, ma poi, alla prima occasione, si sono dati alla fuga. L’inseguimento con i carabinieri è terminato nel centro di Acquarica di Lecce dove, l'auto del malfattori è riuscita a far perdere le proprie tracce. Successivamente, ritornati sul percorso, i carabinieri hanno rinvenuto due passamontagna che sono stati sequestrati e saranno sottoposti ad esami da parte del Ris. Intanto continuano senza sosta le ricerche della Renault Clio, grigio scuro targata BG168XB, risultata anche rubata a Lecce all’inizio di gennaio. Si ritiene che l’obiettivo dell’azione sventata potesse essere l’Ufficio Postale di Strudà.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!