Museo 'Castromediano': un'iniziativa per digitalizzarne la collezione

Lecce. “Poat MiBac – Iniziativa MuseiD-Italia: Puglia” è il progetto che realizza questo importante attività promossa dalla Regione

Il Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” è stato selezionato, per l’importanza che riveste e per la ricchezza del patrimonio posseduto, per effettuare la digitilizzazione di una parte della sua collezione. “Poat MiBac – Iniziativa MuseiD-Italia: Puglia” è il progetto che realizza questo importante iniziativa promossa dalla Regione Puglia – “Servizio Beni Culturali ed Archivi Storici” in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Questo progetto è finanziato nell’ambito del Piano e-gov 2012 del Dipartimento per l’innovazione e le tecnologie del Ministero per la Pubblica Amministrazione e Innovazione, integrato con il Portale della Cultura italiana www.culturaitalia.it. “Il Museo provinciale 'Sigismondo Castromediano' è una delle realtà più significative e prestigiose del meridione. Attraverso questo progetto di fatto sarà data alla Provincia di Lecce l’importante opportunità di valorizzare e dare visibilità alle ricchezze presenti all’interno di questo contenitore culturale che, così, saranno presenti su una vetrina internazionale di prestigio”, ha dichiarato la vice presidente ed assessore alla Cultura, Simona Manca. “Il progetto 'MuseiD-Italia' prevede, oltre alla realizzazione dell’anagrafica del patrimonio presente, anche il recupero di oggetti digitali come immagini, risorse audio, video e 3D che, riproducano beni rappresentativi della collezione museale capaci di esprimere al meglio la cultura del nostro territorio”, conclude Manca.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!