SP 71. 'Ecco le misure, temporanee, di sicurezza'

Autovelox e semafori sulla strada provinciale Casarano-Ruffano per ridurne la pericolosità. Il tavolo tecnico propone alla Provincia soluzioni “tampone” in attesa della messa in sicurezza

Casarano. Installazione di autovelox e di impianti semaforici in attesa dell’avvio dei lavori per la messa in sicurezza. E’ questa la proposta che il tavolo tecnico della strada provinciale Casarano-Ruffano (SP 71), riunitosi ieri a Palazzo dei Domenicani, avanzerà alla Provincia per ridurre la pericolosità della strada. All’incontro hanno partecipato il sindaco Ivan De Masi e l’assessore ai Lavori pubblici, Marcello Torsello, per Casarano; il sindaco Carlo Russo e il presidente del Consiglio Comunale, Massimo Cantoro, per Ruffano; gli assessori Gianni Stefano e Pasquale Gaetani in rappresentanza della Provincia. La soluzione individuata, e che verrà proposta all’ente presieduto da Antonio Gabellone, è quella di installare due impianti semaforici, nella zona in prossimità delle contrade “Manfio”, “Casarano” e “Mascherone” in grado di regolare il flusso veicolare in entrambe le direzioni. L’idea degli impianti semaforici, sulla quale si è registrata la sostanziale convergenza dei presenti, è stata avanzata dal sindaco Ivan De Masi, che ha sottolineato come si tratti di una soluzione tampone che fungerà da deterrente contro l’alta velocità, in attesa che la Provincia dia avvio ai lavori che renderanno più sicura la strada in questione. L’assessore Stefano ha rivelato che la Provincia si è già attivata per richiedere, mediante decreto prefettizio, una classificazione della provinciale come strada ad alto rischio, avviando la conseguente procedura per l’installazione di autovelox. Il presidente Gabellone, infine, ha fatto richiesta alle forze dell’ordine di intensificare i controlli sulle strade provinciali.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!