Sparatoria a Supersano. Preso il colpevole

Cinque colpi di fucile verso un 35enne del luogo. Il responsabile è figlio del collaboratore di giustizia Silvano Galati

Il responsabile della sparatoria di ieri pomeriggio a Supersano è Antonio Galati, 32 anni, figlio del collaboratore di giustizia Silvano Galati. Gli agenti della Polizia di Taurisano l’hanno individuato e preso stamattina. La scena simil-cinematografica si è svolta alle ore 16.30 di ieri fuori dal bar Coffee Dream di Supersano, nei pressi della villa comunale. Il giovane ha esploso cinque colpi di fucile calibro 12 ai danni di Marco De Vitis, 35enne del luogo, rimasto illeso, fuggito facendo perdere le proprie tracce. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Casarano e dei poliziotti di Taurisano si sono indirizzate fin da subito verso il 33enne, che si è reso irreperibile fino a tarda ora. Al momento sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti; non si sa ancora, ad esempio, se gli spari fossero effettivamente indirizzati al 35enne con l’intento di ferirlo o solo di spaventarlo e dunque dargli una lezione. Articolo correlato: Esplode l'auto della sorella di un pentito della Scu (4 dicembre 2010)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati