Casarano Rally Team. Sarà un week end a mille

L’equipaggio é composto da Martino Rosato di Martina Franca e dal casaranese Fernando Primiceri, che ritorna in pista dopo un anno, a bordo della Clio R3C. La vettura in gara è sponsorizzata dal Tacco d'Italia

Inizia con un grande impegno la ventesima stagione sportiva della Scuderia automobilistica Casarano Rally Team che nel prossimo fine settimana affronterà la trasferta nell’alto Lazio per la disputa dell’edizione 2011 del “Rally dell’Autodromo di Vallelunga Memorial Angelo Ciufoli” con un'auto sponsorizzata dal Tacco d'Italia. Si tratta di una manifestazione nazionale in programma lungo il tracciato di uno degli autodromi di riferimento per l’attività motoristica italiana, intitolato a Piero Taruffi, pilota di auto e moto, ingegnere, costruttore, direttore sportivo (oltre che progettista nel 1957 del primo circuito di Vallelunga, dove si esplica sin dal 1982 anche l’attività della Scuola Federale CSAI). In tale prestigioso contesto, la compagine leccese è pronta a replicare i fasti della stagione 2010 altamente redditizia sotto il profilo dei risultati. Al via dell’atipico rally, che si svolge per la sua totalità in pista, l’equipaggio composto dal casaranese Fernando Primiceri e dal giovane Martino Rosato di Martina Franca (Ta). Primiceri al rientro in gara dopo una lunga pausa che dura da aprile, cercherà di accumulare ulteriore esperienza in vista della nuova stagione che lo vedrà impegnato in maniera più assidua in diversi appuntamenti rallystici del centro sud. E lo farà tornando alla guida della Renault New Clio R3C by Turbocar Sport, sponsorizzata dal Tacco d'Italia, da lui particolarmente apprezzata sia perché altamente performante e sia perché molto affidabile. // Primiceri: “Obiettivo, fare esperienza” Primiceri, alla sua quinta gara in carriera, è al debutto sull’asfalto del celeberrimo autodromo romano che per l’occasione assumerà un aspetto inconsueto; in una gara che si preannuncia spettacolare, il pilota non guarda alla classifica quanto ad acquisire esperienza. “Sono assente dalle corse da quasi un anno – ha dichiarato – e quindi dovrò impiegare un po’ di tempo per riprendere il giusto ritmo di gara. È un rally impegnativo che affronto per la prima volta; saranno tre giornate di gara molto intense a stretto contatto con grandi campioni. Corriamo tra gli specialisti, tra gente che conosce molto bene la gara e il circuito in un confronto quasi impari. Anche per questo il mio obiettivo è conoscere meglio la vettura e da questo punto di vista sono sicuro di poter contare su un mezzo che saprà darmi molto. Ho già utilizzato la Clio R3C a Casarano e sono rimasto positivamente impressionato: ha un ottimo motore a cui si aggiunge una eccellente stabilità generale e un impianto frenante che offre elevate garanzie di sicurezza. Speriamo che il meteo sia clemente”. // Il calendario della gara Venerdì 28 ore 8.30-10.30: verifiche sportive e tecniche presso l’Autodromo Vallelunga “Piero Taruffi” (Roma); ore 10.30-16.40: ricognizioni del percorso di gara (con vetture stradali). Sabato 29 ore 9.01: partenza prima tappa; ore 9.05: start Ps1 (Brivido Sprint); ore 10.39: start Ps2 (Vallelunga); ore 12.23: start Ps3 (Roma); ore 14.12: start Ps4 (Grand Prix); ore 15.56: start Ps5 (Brivido Sprint); ore 16.00: arrivo della prima tappa. Domenica 30 ore 9.00: partenza seconda tappa; ore 9.05: start ps6 (Brivido Sprint); ore 10.39: start Ps7 (Grand Prix); ore 11.04: arrivo Finale sempre presso l’Autodromo di Vallelunga a Campagnano di Roma (Roma), con premiazione a seguire ore 13.00: start Speed Master. In totale la gara ha una percorrenza complessiva di prove speciali (sette, tutte su asfalto) pari a 80 km. Il tratto cronometrato più lungo composto da tre giri è la Ps denominata Grand Prix (18,60 km) che si disputerà in parte sulla pista Vallelunga e in parte sulla Pista Firestone.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati