I carabinieri contro la dispersione scolastica

Stamattina altre sei denunce in stato di libertà per altrettanti genitori

Assenteismo scolastico e bullismo. Sono questi i due temi sui quali negli ultimi giorni si sta concentrando l’attività dei carabinieri della Compagnia di Gallipoli. Quella di giovedì scorso, ad esempio, è stata una giornata di intensa attività. Al termine delle ispezioni, i militari hanno denunciato in stato di libertà 16 genitori per inosservanza dell’obbligo dell’istruzione elementare nei confronti dei propri figli minori. Ma anche la mattinata di oggi ha dato i suoi risultati: tra Gallipoli ed Alezio, i carabinieri hanno denunciato, per il medesimo reato, altri sei genitori (due dei quali a Gallipoli e quattro ad Alezio). Anche in questo caso, i figli avevano accumulato, dall’inizio dell’anno, numerose ore di assenza, senza un giustificato motivo. Al vaglio dei carabinieri vi sono attualmente altre due situazioni “critiche”, relative ad altrettanti ragazzi minori, a Galatina che saranno attentamente valutate e monitorate nei prossimi giorni, anche tramite la segnalazione e l’intervento dei servizi sociali. Inoltre a Nardò, nella giornata di ieri, anche con la collaborazione di un nucleo cinofili dei carabinieri di Bari Modugno, i militari hanno rinvenuto un sacchetto in cellophane contenente 4 grammi di marjiuana, probabilmente gettata da uno studente all’arrivo del cane antidroga.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!