Concerto al padiglione oncologico del Fazzi

Lecce. Oggi, il duo “Italys” suonerà nell’ambito del progetto di umanizzazione delle strutture sanitarie

Nell’ambito del progetto di umanizzazione delle strutture sanitarie, giovedì 6 gennaio, alle 19, presso il Padiglione Oncologico del Presidio Ospedaliero “Vito Fazzi” di Lecce, si terrà un concerto con il duo “Italys”, formato dal pianista Luigi Nicolardi e dal sassofonista Alessandro Trianni, entrambi salentini e già molto apprezzati a livello nazionale e internazionale. L’evento, promosso dalla Dr.ssa Maria Rosaria Cucurachi in collaborazione con l’associazione “Nireo”, che fa riferimento al musicista Francesco Libetta ed al critico musicale Eraldo Martucci, rappresenta il primo passo per far sì che anche a Lecce la musica entri in ospedale nei reparti di oncologia. E' questa infatti un’iniziativa nata quattro anni fa ad opera dei “Donatori di Musica”, una realtà recente nel panorama italiano, ma già pienamente consolidata e in via di espansione. Un piccolo esercito di persone la cui sensibilità ha permesso di riportare momenti di normalità e serenità all'interno di reparti dove il percorso di cura è generalmente molto gravoso. Il Duo “Italys” nasce dall’incontro di due musicisti salentini motivati dal desiderio di dar vita a un progetto che esaltasse e promuovesse la musica da camera attraverso la sinergica unione del pianoforte con il sassofono, strumenti molto diffusi nella musica jazz ma addirittura poco associati per un repertorio che invece si contestualizza all’interno della tradizione colta filo-romantica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!