A Fondoverri 'Le Mani e l’Ascolto'

Rassegna di parole e di suoni. L'iniziativa è promossa da Regione Puglia, Presìdi del libro e assessorato alla cultura del Comune di Lecce

Un appuntamento che si rinnova in occasione delle festività natalizie e per il capodanno. Rassegna di parole e di suoni giunta quest’anno alla decima edizione. Libri, esperienze autoriali, ricerche sonore e visuali in una maratona di ascolti che avrà luogo e pubblico fino al 5 gennaio. Il costante contatto con la scena creativa (musicale e letteraria) è una delle prerogative del Fondo Verri. “Le Mani e l’Ascolto” rinnova il desiderio di costruire avventure sonore proponendo repertori che hanno il pianoforte come elemento di guida e di raccordo delle performance, pretesto di incontri, scambi, creazioni, in una tensione di ricerca che attraversa i generi, i modi d’espressione, l’arte con le sue con-fusioni esistenziali e con il rigore che interviene a fare stile, segno, lingua. I musicisti invitati provengono da esperienze diverse: formazione classica, studi di conservatorio, rock – band, jazzisti, blues man, cercatori di suoni, ai quali dedichiamo, in un work in progress intensivo la nostra piccola sala. Il programma 28 dicembre ore 20.30 Libri: Irene Leo legge dal suo “Una terra che nessuno ha mai detto” (Edizioni della sera) Suoni: Il cedro e la rosa, Fabrizio Piepoli. voce, pianoforte, chitarra, santur, live electronics 29 dicembre ore 20.30 Libri: Pierpaolo Lala, Mino Toriano, Mauro Marino presentano “New Wave” di Pier Francesco Pacoda (Giunti) Suoni: Perché i ciliegi tornassero in fiore con Rachele Andrioli voce, Luigi Botrugno pianofore, Roberta Mazzotta violino , Piero Rapanà voce recitante. 30 dicembre ore 20.30 Dall’ Iliade “Patroclo” con Marco Graziuso voce recitante, Gianluigi Antonaci pianoforte Suoni: Sur-price Mauro Tre pianoforte 2 gennaio ore 20.30 Libri: “La New Page”, F. Saverio Dodaro, Francesco Aprile e Teresa Lutri raccontano l’esperienza delle “100 parole”. Suoni: Emanuele Coluccia pianoforte, Marco Bardoscia contrabbasso 3 gennaio ore 20.30 Libri: “Palascìa_l’informazione migrante” con Andrea Aufieri edito da Mètissage Suoni: Free-dot con Paolo Pacciolla tamburi indiani Antonio Cotardo flauti, Gianni Lenoci pianoforte. 4 gennaio ore 20.30 Suoni: Il Viola di Maria con Maria Mazzotta voce, Valerio Daniele chitarre ed effetti, Redi Hasa violoncello, Rocco Nigro fisarmonica, Vito De Lorenzis batteria, Manuela Salinaio percussioni. 5 gennaio ore 20.30 “Curcitumbule” (capriole) con Antonio Calò attore e Mino De Santis paroliere e cantautore

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!