Lingue minoritarie: proposta di legge regionale di Sergio Blasi

Nei dodici articoli che la compongono sono riconosciute le comunità storico – linguistiche della Grecìa Salentina, Arberesche e Franco-Provenzali. Presentazione oggi a Calimera

L’art. 6 della Costituzione Italiana prevede che “la Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche”, mentre l’art. 4 dello Statuto della Regione Puglia dispone che “la Regione riconosce, tutela e promuove le minoranze linguistiche presenti nel proprio territorio”. E’ da tali presupposti normativi che prende spunto la proposta di legge del consigliere regionale Sergio Blasi (Pd) dal titolo “Norme per la promozione e la tutela delle lingue minoritarie in Puglia”. Nei dodici articoli che la compongono vengono riconosciute le comunità storico – linguistiche della Grecìa Salentina, Arberesche e Franco-Provenzali. Le prime, quelle della Grecìa Salentina, in Provincia di Lecce, sono presenti nei Comuni di Calimera, Castrignano dei Greci, Corigliano d’Otranto, Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia, Zollino. Le seconde, quelle della comunità Arberesche, per le provincie di Taranto e di Foggia, sono presenti nei Comuni di San Marzano di San Giuseppe, Chieuti, Casalvecchio. Le terze, quelle Franco-Provenzali, in provincia di Foggia, sono presenti nei Comuni di Celle di San Vito e Faeto. La presentazione della proposta di legge regionale si svolgera’ oggi, alle ore 18.30, presso la Bibliomediateca “Aldo Moro” in Via Salvo d’Acquisto 15 a Calimera.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati