Pesisti salentini protagonisti a Cipro

Si tratta di Maria Grazia Alemanno, tesserata per la “Body’ Training” di Copertino, ed Emanuele Greco del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro

C’erano anche due salentini tra gli atleti che hanno calcato la pedana dei Campionati europei Juniores e Under 23 di pesistica, ancora in fase di svolgimento a Limassol (Cipro). Si tratta di Maria Grazia Alemanno, tesserata per la “Body’ Training” di Copertino, ed Emanuele Greco del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro. Il primo a gareggiare, martedì scorso, è stato proprio Emanuele Greco, che ha cercato di conquistare il podio nella cat. 69Kg della sezione riservata agli Under 23. Buona la sua prova di strappo, chiusa a 124kg dopo tre prove valide (118-122-124 la sequenza). Nello slancio, invece, Greco si è fermato alla misura di 148kg della prima prova, tentando poi invano quella di 151kg in seconda e terza alzata. Il tabellino finale ha segnato per lui un totale olimpico di 272kg che corrisponde alla decima posizione nella classifica finale di cate-goria. Il giorno successivo in pedana è salita Maria Grazia Alemanno, nella cat. fino a 63kg della sezione Juniores. Anche la Alemanno è stata protagonista di una buona prestazione che le è valsa la nona posizione in classifica. In particolare, la pesista salentina ha realizzato la misura di 78 kg nello strappo, suo nuovo primato personale. Nello slancio ha fallito l’alzata di ingresso a 95 kg, ripetuta e portata a termine in seconda prova; al terzo tentativo la Alemanno ha provato a battere il record italiano juniores, cercando di sollevare il bilanciere carico con 101 kg, ma non è riuscita nell’impresa. Anche il totale olimpico di 173 kg rappresenta comunque per lei il nuovo primato personale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!