Un albero per ogni bambino nato

A Otranto e Specchia, la giornata nazionale dedicata ai polmoni verdi del pianeta. Alle 12, in contemporanea in ogni città che ospita l'evento, avverrà la piantumazione di un numero di piantine arboree proporzionale al numero dei nati del posto per il 2010

Otranto Il Comune di Otranto e il Consorzio “Puglia in Masseria”, in collaborazione e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, del Corpo Forestale dello Stato e di Legambiente, organizza, il 21 novembre 2010, la “Festa dell’albero”, per festeggiare gli alberi, i polmoni del Pianeta, senza i quali non si potrbbe sopravvivere. La manifestazione si svolgerà, a partire dalle ore 10, tra Lungomare degli Eroi e la villa comunale. Il progetto nasce dall’incontro tra il Consorzio delle Masserie didattiche “Puglia in Masseria”, con al suo interno una sede territoriale “Puglia in masseria – Grande Salento”, e le altre realtà, operanti sul territorio della Regione Puglia, che riuniscono le aziende agricole, masserie didattiche iscritte all’Albo regionale delle Masserie Didattiche di Puglia ai sensi della LR n. 02/2008, realtà dedite alle attività formative per le scuole e le famiglie e alla promozione del territorio con l’organizzazione di eventi didattici e culturali, con una attenzione particolare ai temi di educazione ambientale ed alimentare. Da una sinergia tra diversi soggetti che operano sul territorio è nata dunque la volontà di aderire alla “Giornata Nazionale della Festa dell’Albero”. Fulcro della Giornata, si legge in una nota del Ministero dell’Ambiente, “la piantumazione contemporanea in ogni città, a mezzogiorno, di un numero di piantine arboree di specie autoctone proporzionale ai nati del Comune sulla base della popolazione residente”. Gli alberi sono forniti dal Ministero, dal Servizio Foreste Assessorato Risorse Agroalimentari Regione Puglia e dai vivai regionali. Fin dai tempi dell’antica Grecia era diffusa l'usanza di celebrare feste in occasione della piantagione di alberi. I Romani precorsero l'odierna “Festa dell'Albero”. Gli alberi, infatti, erano tutelati e adorati anche per motivi legati alla religione ed era consuetudine consacrare i boschi al culto delle divinità dell'epoca. In Italia, la prima “Festa dell'albero” fu celebrata nel 1898 per iniziativa del Ministro della Pubblica Istruzione, Guido Baccelli. La Festa dell’Albero fu in seguito istituzionalizzata con la “Legge forestale” del 1923. Nel 1951 il Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste stabilì che la “Festa dell’albero” si dovesse svolgere il 21 Novembre di ogni anno, con possibilità di differire tale data al 21 marzo nei comuni di alta montagna. La celebrazione si è svolta con rilevanza nazionale fino al 1979, poi è stata delegata alle Regioni che hanno provveduto a organizzare gli eventi celebrativi a livello locale. Più recentemente, la legge n. 113 del 1992 ha previsto che ogni Comune curi la messa a dimora di un albero per ogni neonato registrato all’anagrafe. Il Consiglio dei Ministri ha approvato nel 2010, su proposta del Ministro dell’Ambiente, recependo alcuni emendamenti proposti dalla Conferenza Unificata, il disegno di legge “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani” che istituzionalizza la “Giornata Nazionale degli Alberi” da celebrare il 21 novembre di ogni anno. Programma Ore 10 – Apertura degli stand – Laboratori didattici a cura delle Masserie Didattiche del territorio salentino – “Adottiamo una piantina” a cura del Servizio Foreste Assessorato Risorse Agroalimentari Regione Puglia – Divulgazione e distribuzione di materiale didattico Ore 12 – Interventi Istituzionali – Festa della Piantumazione a cura del Servizio Foreste Assessorato Risorse Agroalimentari Regione Puglia – Degustazioni Ore 14 – Conclusione della manifestazione Specchia Il Comune di Specchia comunica che ha aderito alla prima edizione della “Giornata Nazionale dell'Albero”, iniziativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che si svolgerà il 21 novembre di ogni anno con l'obiettivo di attuare il protocollo di Kyoto e le politiche di riduzione delle emissioni di CO2, la prevenzione del dissesto idrogeologico e il miglioramento della qualità dell'aria. Il progetto si svolge in collaborazione con le Regioni, l'Anci, il Corpo Forestale dello Stato, e d'intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione e il Ministero delle Politiche Agricole, e prevede la piantumazione in contemporanea, per il 21 novembre 2010, alle ore 12, in ogni Comune che aderisce all'evento, di un numero di alberi proporzionale ai bambini nati nel corso dell’anno nel Comune stesso. L’iniziativa si svolgerà, a partire dalle ore 11, nei pressi dell’Ex Convento dei Francescani Neri, dove saranno piantumati 24 alberi, forniti dal Corpo Forestale dello Stato e dai vivai regionali, pari al numero di bambini nati a Specchia nel corso del 2010, con il nome di ciascuno indicato su un’apposita targhetta. Gli alberelli verranno piantumati nell’aiuola prospiciente il campo da tennis, un’area oggi spoglia e invasa dalle erbe infestanti sarà quindi valorizzata con essenze tipiche del territorio salentino, in particolare saranno piantumati diversi alberelli di corbezzolo, contornati da piante di mirto e lentisco, e una bordura di lavanda officinale. Alla piantumazione collaboreranno anche gli esperti soci dell’Associazione ECO-SPO, che da undici anni si prodigano nella piantumazione di alberelli sul territorio specchiese. L’iniziativa ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza delle specie vegetali autoctone, ossia le piante tipiche e caratteristiche di un territorio, che nel nostro caso appartengono alla vegetazione della macchia mediterranea. Spesso queste piante sono poco conosciute e poco apprezzate dalla popolazione locale, a vantaggio di specie esotiche ornamentali che poco hanno a che fare con il nostro territorio. La Giornata dell'Albero 2010 è un’occasione per richiamare l'attenzione di tutti, ma soprattutto dei più giovani, sull'importanza dei boschi e delle foreste, sul loro fondamentale ruolo di polmone verde per la Terra. Gli alberi, comparvero sulla Terra circa 300 milioni di anni fa, costituiscono un elemento indispensabile dell'ecosistema, per combattere i cambiamenti climatici, per ridurre il gas serra per il ciclo della vita e per garantire la sopravvivenza delle specie. Circa 10 mila anni fa, finita l'ultima glaciazione, l'Italia era abitata da non più di 30-35 mila persone e i boschi ricoprivano quasi l'intera penisola. Con l'aumento della popolazione iniziò in modo sistematico a essere utilizzato il legno per le costruzioni e tutti gli strumenti di lavoro e di trasporto; ciò, insieme al fiorire della pastorizia e dell'agricoltura, comportò la progressiva diminuzione del patrimonio boschivo. L’albero è un microcosmo ambientale, un elemento di insiemi complessi: naturali come il bosco o realizzati dall’uomo come parchi e giardini ed è anche fonte di alimentazione, favorisce le scoperte mediche, ha ispirato l’arte, la religione e il mito. Molte sono le rappresentazioni legate all’albero, che è, infatti, il luogo dove si celebravano giuramenti, feste, riti e avvenimenti storici.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!