Teatro, musica, danza, letteratura per ‘Salento d’inverno’

Parola d’ordine: “destagionalizzare” ovvero “prolungare la stagione artistica e culturale nel Salento”

Tanti appuntamenti per il primo festival “Salento d’inverno”. Dal teatro, alla musica, alla danza, all’arte. Parola d’ordine, nella conferenza stampa di presentazione dell’evento: “destagionalizzare”. “Prolungare la stagione d’arte e cultura nel Salento. Un momento in più di offerta culturale varia. Razionalizzazione di eventi per garantire ai salentini e ai turisti una offerta culturale continua”. Lo ha sottolineato l’assessore alla Cultura e vicepresidente della Provincia Simona Manca. Un cartellone unico che abbraccia le diverse discipline dove rientrano i concerti di musica classica della Fondazione “Ico”. “Bellissima l'idea di un Cartellone unico” dice Grazia Manni, direttore amministrativo della “Ico”. E poi arte con mostre di grosso spessore. Il 18 dicembre ai Cantieri Knos in scena la moda con la mostra dello stilista Christian Cordella dal titolo “Vi racconto la mia Hollywood”. Ancora a dicembre, il 6, si inaugurerà la mostra “Echi caravaggeschi in Puglia”, “che indaga la fortuna avuta da Caravaggio in Puglia, ma più che dall'artista direttamente dai suoi epigoni”, come dice il direttore del museo “Sigismondo Castromediano” Antonio Cassiano. Poi il teatro, con “Brat” di Koreja, il 9 e il 12 marzo. Cantiere per un’opera Rom. Ne parla Franco Ungaro direttore artistico dei Cantieri. La danza con il “Balletto del Sud” di Fredy Franzutti in “Romeo e Giulietta” il 17, 18 e 19 dicembre. E ancora l’atteso spettacolo “Passaggi di Tempo” di sabato 20 novembre al Politeama Greco. Coproduzione Fondazione Musica per Roma e Puglia Sounds. L'omaggio prezioso di Franco Battiato al grande artista georgiano Giya Kancheli. Con il coro maschile del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, il soprano Alda Caiello e il coro di voci bianche dell’Accademia di Santa Cecilia. “Un coro maschile, di elementi scelti tra i migliori nostri allievi” come ha sottolineato il direttore del Conservatorio, il maestro Pierluigi Camicia. Il programma comprende anche il concerto di Noa il 23 dicembre. “Giro di banda” il 6 gennaio. E poi la Stagione Lirica a gennaio. Il 21 e 23 gennaio “La fanciulla del West”. Il 4, 5 e 6 febbraio “Don Pasquale”. Il 18, 19, 20 e 22 febbraio “Il Trovatore”. E la “Letteratura”. Il 18 novembre Chiara Frugoni e il suo “La voce delle immagini. Pillole iconografiche del Medioevo” al Museo. Il 26 un convegno dal titolo “Maledetto non più-la rinascita di Giulio Cesare Vanini”, al Politeama alle 18. Il 2 dicembre, Nicola La Gioia con il suo libro “Riportando tutto a casa” al Politeama Greco alle ore 18. Stesso posto, stessa ora, il 13 dicembre si presenta “Il sangue del Sud” di Giordano Bruno Guerri. Il 5 gennaio al Politeama alle 18 “Pane Nostro” di Pedrag Matvejevic.

Simona Manca-Vice Presidente della Provincia from Salento Quotidiano on Vimeo.

Grazia Manni-Direttore Amministrativo Ico from Salento Quotidiano on Vimeo.

Pierluigi Camicia-Direttore Conservatorio from Salento Quotidiano on Vimeo.

Antonio Cassiano-Direttore Museo Sigismondo Castromediano from Salento Quotidiano on Vimeo.

Franco Ungaro-Cantieri Koreja from Salento Quotidiano on Vimeo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!